Quali paesi non amano l'America e quali lo fanno

Sacré bleu! La Francia è nella lista dei primi 10 fan degli Stati Uniti e la Germania nella lista dei primi 10 critici.


Un decennio fa l'antiamericanismo era in aumento in tutto il mondo, in gran parte grazie all'opposizione pubblica all'invasione dell'Iraq da parte degli Stati Uniti. Oggi, nonostante le recenti rivelazioni dell'Agenzia per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti che spiano i leader stranieri e l'opposizione globale agli attacchi dei droni statunitensi, ci sono poche prove di un profondo anti-americanismo tranne in una manciata di paesi, secondo un nuovo sondaggio del Pew Research Center su 44 nazioni. La relazione amorosa degli stranieri con gli Stati Uniti resta forte in Africa e nella maggior parte dell'Asia, Europa e America Latina. Ma a chi piace lo zio Sam, a chi non piace e il cui affetto si sta evolvendo dipinge una road map piuttosto accurata delle sfide oltremare che Washington dovrà affrontare negli anni a venire.

I 10 maggiori critici e fan degli Stati UnitiL'antiamericanismo è particolarmente forte oggi in Medio Oriente. In Egitto solo il 10% dell'opinione pubblica è favorevole agli Stati Uniti, che hanno sostenuto a lungo il regime di Hosni Mubarak e non si sono opposti al rovesciamento militare del governo dei Fratelli Musulmani che gli è succeduto. Il sostegno non è molto più alto in Giordania (12%) e Turchia (19%), entrambi paesi che sono teoricamente alleati di Washington. Quei sentimenti non così caldi per l'America sono diminuiti di 17 punti percentuali in Egitto e di 13 punti in Giordania dal 2009, il primo anno dell'amministrazione Obama, quando sembrava esserci qualche speranza in quelle nazioni che lo zio Sam avrebbe perseguito politiche più il loro gradimento.

Inoltre, meno di un quarto dei russi (23%) ha una visione positiva dell'America, la cui immagine è scesa di 28 punti solo nell'ultimo anno, vittima dell'opposizione di Washington all'intervento di Mosca in Ucraina.

Ma ci sono ancora angoli del mondo in cui l'America è tenuta in grande considerazione. Nei paesi europei intervistati, la metà o più delle persone in sette nazioni su nove afferma di vedere gli Stati Uniti in una luce positiva. In cima alla lista ci sono italiani (78%), francesi (75%) e polacchi (73%). Solo in Germania, dove la preferenza degli Stati Uniti è scesa di 13 punti dal 2009, l'immagine positiva degli Stati Uniti è scivolata in modo significativo. E, nonostante questo slittamento, circa la metà dei tedeschi (51%) vede ancora l'America favorevolmente.


Anche gli asiatici sono filoamericani. In effetti, i filippini sono i più grandi fan degli Stati Uniti; Il 92% esprime un'opinione positiva. Anche sudcoreani (82%), bengalesi (76%) e vietnamiti (76%) sono d'accordo. Anche la metà dei cinesi dà il pollice in su allo zio Sam. Tuttavia, i pakistani (14%) non condividono alcun amore per gli Stati Uniti (ma nemmeno gli americani hanno molto affetto per il Pakistan).



Gli Stati Uniti stanno anche sentendo l'amore dall'America Latina, dove la maggioranza vede gli Stati Uniti in una luce favorevole in otto dei nove paesi esaminati. I salvadoregni (80%) sono particolarmente positivi nella loro valutazione, così come i cileni (72%) e i nicaraguensi (71%). In particolare, nonostante tutte le tensioni tra Washington e Caracas, più di sei venezuelani su dieci hanno un'opinione favorevole degli Stati Uniti.


E gli africani esprimono opinioni particolarmente positive sull'America. Forti maggioranze in tutte e sette le nazioni hanno esaminato gli Stati Uniti, inclusi circa tre quarti o più di kenioti (80%), ghanesi (77%), tanzaniani (75%) e senegalesi (74%).

Guarda anche:

Il nostro database degli indicatori globali ti consente di esplorare l'opinione pubblica nei paesi di tutto il mondo su una serie di questioni e atteggiamenti.