• Principale
  • Notizia
  • L'approvazione delle Nazioni Unite prima di usare la forza militare manca di un accordo globale diffuso

L'approvazione delle Nazioni Unite prima di usare la forza militare manca di un accordo globale diffuso

Mercoledì il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite non è riuscito a raggiungere un accordo su una risoluzione sponsorizzata dalla Gran Bretagna che autorizzava 'le misure necessarie ... per proteggere i civili' in Siria. È stato uno sforzo per ottenere l'approvazione multilaterale per l'imminente uso della forza militare da parte degli Stati Uniti e degli alleati che la pensano allo stesso modo contro il regime siriano del presidente Bashar al-Assad per il suo presunto uso di armi chimiche contro i civili siriani.


La carta delle Nazioni Unite previene l'uso della forza militare se non per autodifesa o con l'approvazione del Consiglio di sicurezza. Ma un attacco militare contro la Siria senza l'autorizzazione delle Nazioni Unite non sarebbe senza precedenti. Nel 1999, gli Stati Uniti ei loro alleati della NATO hanno bombardato la Serbia per 78 giorni in uno sforzo alla fine riuscito per costringere il governo di Slobodan Milosevic a ritirarsi dal Kosovo. E nel 1998 Washington ha lanciato attacchi missilistici contro obiettivi di al Qaeda in Sudan e Afghanistan. Nessuna delle due azioni ha avuto la benedizione del Consiglio di Sicurezza.

Né l'opinione pubblica in tutto il mondo sostiene universalmente il principio di ottenere la sanzione delle Nazioni Unite prima di intraprendere un'azione militare. Un sondaggio del Pew Research Center del 2011 su 23 paesi ha rilevato che solo in 9 di queste nazioni la maggioranza o la pluralità del pubblico ha affermato che era necessaria l'approvazione delle Nazioni Unite per affrontare le minacce internazionali. In sei paesi, maggioranze o pluralità pensavano che la ricerca dell'approvazione non fosse necessaria. I pubblici sono stati divisi in otto paesi. Inoltre, in quasi la metà dei paesi, uno su cinque degli intervistati non ha espresso alcuna opinione sull'approvazione dell'ONU per l'uso della forza.

In particolare, dato il tentativo di Londra di ottenere l'approvazione del Consiglio di sicurezza per alcune azioni militari in Siria, solo in Europa occidentale - in Germania (76%), Spagna (74%), Gran Bretagna (67%) e Francia (66%) - ha maggioranze sostengono l'autorizzazione dell'ONU. Gli americani erano divisi: il 45% pensava che fosse necessaria l'approvazione, il 44% non era d'accordo.

Circa la metà o più dei cittadini nei paesi vicini alla Siria non ha sostenuto la richiesta della benedizione delle Nazioni Unite per l'azione militare, compreso il 59% nei Territori palestinesi, il 54% in Giordania, il 51% in Egitto e il 49% in Libano.


In Libano, solo il 10% degli sciiti libanesi, che generalmente sostengono il regime di Assad, ha ritenuto necessaria la sanzione delle Nazioni Unite. E il 59% dei sunniti libanesi, molti dei quali sostengono i ribelli siriani che potrebbero trarre vantaggio da un attacco militare occidentale, ha ritenuto necessaria l'approvazione delle Nazioni Unite.



Nel complesso, un sondaggio Pew Research del 2013, condotto prima delle recenti accuse secondo cui il regime siriano aveva usato armi chimiche, ha rilevato che, nonostante la diffusa preoccupazione che la violenza in Siria si sarebbe diffusa in altri paesi della regione, c'era anche un sostegno limitato per l'intervento militare. dalle nazioni occidentali o da altri stati arabi.


Si dice che sia il governo cinese che quello russo si siano opposti all'approvazione dell'ONU di un'azione militare contro la Siria. Ma, almeno in linea di principio, il pubblico ritiene che tale autorizzazione non sia nemmeno necessaria. Nel 2011, solo il 24% dei russi pensava che fosse necessario richiedere l'autorizzazione del Consiglio di sicurezza prima di usare la forza militare per affrontare le minacce internazionali. E solo il 38% dei cinesi ha visto la necessità di andare prima all'ONU per ottenere la sua benedizione.