Il nuovo campo di battaglia legale sull'aborto

Protesta / Rally per i diritti all

Le opinioni degli americani sull'aborto sono rimaste relativamente stabili negli ultimi anni. Ma 40 anni dopoRoe v. Wade, le battaglie legali sull'aborto sono tutt'altro che finite. In effetti, c'è stata una notevole quantità di attività a livello statale, in particolare in alcune parti degli Stati Uniti meridionali e del Midwest, dove, secondo un sondaggio del Pew Research Center di luglio, c'è una maggiore opposizione al diritto all'aborto tra il pubblico in generale.


Secondo il Guttmacher Institute, solo nel 2013 i legislatori statali hanno emanato più di 40 nuove disposizioni volte a limitare l'accesso all'aborto. Ad esempio, sette stati quest'anno - inclusa la Carolina del Nord questa settimana - hanno promulgato leggi che impongono nuovi requisiti medici alle cliniche abortiste. Ma mentre gli oppositori dell'aborto hanno vinto battaglie legislative, i sostenitori dei diritti dell'aborto hanno respinto, con un certo successo, in tribunale.

Quest'anno, i gruppi per i diritti dell'aborto hanno risposto alle nuove leggi statali con azioni legali che sfidano le nuove restrizioni. In molti casi, i giudici hanno emesso ingiunzioni o annullato il nuovo statuto. Nel Nord Dakota, ad esempio, un giudice federale ha emesso un'ingiunzione contro una legge emanata di recente che avrebbe vietato la maggior parte degli aborti dopo che un battito cardiaco fetale poteva essere rilevato (già sei settimane). E in Wisconsin, un tribunale federale ha emesso un'ingiunzione contro una nuova legge statale che avrebbe richiesto ai medici che lavorano nelle cliniche per aborti di avere privilegi di ammissione in un ospedale locale. Un altro requisito dei privilegi di ammissione emanato di recente in Alabama è stato fermato da un giudice federale.

La prossima grande battaglia legale potrebbe essere in Texas, dove il governatore repubblicano Rick Perry ha recentemente firmato una nuova legge che vieta la maggior parte degli aborti dopo 20 settimane e impone nuovi requisiti medici alle cliniche abortiste che potrebbero far chiudere molti di loro. Un altro potenziale campo di battaglia è la Carolina del Nord, dove lunedì il governatore repubblicano Pat McCrory ha firmato una misura che impone anche nuovi requisiti alle cliniche. I sostenitori dei diritti all'aborto hanno affermato che stanno valutando la possibilità di intraprendere un'azione legale contro entrambe le nuove leggi.

FT_13.07.24_AbortionByTrimester

Ma mentre le battaglie legali in Texas e nella Carolina del Nord avrebbero probabilmente attirato molta attenzione, le cause a livello statale potrebbero presto essere oscurate dalla Corte Suprema degli Stati Uniti. A giugno, l'Alta corte ha indicato che potrebbe riesaminare una decisione della Corte Suprema dell'Oklahoma del 2012 che ha annullato una legge che limita l'uso di droghe che provocano l'aborto. I giudici hanno chiesto maggiori informazioni alla più alta corte dell'Oklahoma e, una volta che avranno risposto alle loro domande, decideranno se accettare o meno il caso,Cline v. Oklahoma Coalition for Reproductive Justice. Se la Corte Suprema degli Stati Uniti finisce per prendere ilClinecaso (probabilmente nel 2014), sarebbe la prima sentenza di aborto importante della Corte Suprema dal 2007, quando ha confermato il divieto federale di aborto per parto.


Poco più della metà degli americani (il 54% in un sondaggio Pew Research del luglio 2013) sostiene che l'aborto sia legale in tutti o nella maggior parte dei casi. E quasi due terzi si oppongono al ribaltamentoRoe v. Wade, la storica decisione della Corte Suprema che garantisce il diritto all'aborto almeno durante i primi tre mesi di gravidanza, secondo un sondaggio Pew Research del gennaio 2013.



Allo stesso tempo, la maggior parte degli americani è meno favorevole all'aborto legalizzato nelle fasi successive della gravidanza. Un sondaggio USA Today / Gallup del dicembre 2012 ha rilevato che la maggioranza afferma che l'aborto dovrebbe essereillegaledurante il secondo (64%) e il terzo (80%) trimestre di gravidanza.