Le sfide di condurre indagini sui giovani

FT_13.06.21_Troublepollingteens_640x300

Perché non fai più ricerche sui giovani?


Ricevo questa domanda tutto il tempo perché faccio molte ricerche con adolescenti online. La risposta breve è: perché il rilevamento di minori di 18 anni è costoso e complicato. Ma per chi è interessato alla risposta leggermente più lunga, continua a leggere.

La ricerca con i minori presenta alcune sfide uniche. Quando intervistiamo giovani di età compresa tra 12 e 17 anni, stiamo esaminando minori, che rientrano legalmente in una classe di persone protette. Per legge, i minori non possono acconsentire; i genitori devono dare il loro consenso (in questo caso per partecipare al progetto di ricerca). Il requisito del consenso è un'eredità della convinzione che le persone di età inferiore ai 16, 17 o 18 anni (per complicare le cose l'età del consenso varia da stato a stato) non sono completamente attrezzate per prendere buone decisioni nel loro migliore interesse e che i giovani possono essere indebitamente suscettibile di coercizione.

Quindi, tutto ciò significa che dobbiamo ottenere il consenso dei genitori per intervistare minori di età inferiore ai 16 anni e, a causa delle differenze di stato, in genere cerchiamo il consenso dei genitori per tutti i giovani di età inferiore ai 18 anni. Ciò significa che dobbiamo parlare o interagire con due individui in ciascuno famiglia (in un ordine specifico con il genitore per primo) piuttosto che uno, come nelle indagini tradizionali sugli adulti. Intervistare due persone aumenta la complessità del progetto e richiede più telefonate o messaggi per raggiungere gli intervistati idonei nell'ordine corretto.

Inoltre, le famiglie con bambini di età compresa tra 12 e 17 anni costituiscono circa il 14% delle famiglie statunitensi. Ciò significa che in un sondaggio con composizione di cifre casuali, solo una famiglia su sette sarà idonea per il sondaggio.


Inoltre, il crescente utilizzo dei telefoni cellulari negli ultimi dieci anni significa che per raggiungere in modo affidabile un campione rappresentativo di adolescenti e famiglie dobbiamo condurre ricerche sui telefoni cellulari. Sebbene sia ora possibile esaminare un campione rappresentativo di utenti di telefoni cellulari, il telefono cellulare presenta le sue sfide, in particolare per la ricerca sui giovani.



I telefoni fissi sono collegati alle famiglie; così come ricercatori possiamo chiamare lo stesso numero di rete fissa per raggiungere due persone diverse (genitore e figlio) e avere una ragionevole aspettativa che entrambi possano essere disponibili per rispondere al telefono.


Al contrario, i telefoni cellulari sono tipicamente attaccati agli individui (anche se a volte sono condivisi all'interno di una famiglia). Con un telefono cellulare, stiamo chiamando il singolo genitore, che deve quindi fornirci un altro numero di telefono (spesso un numero di cellulare) per l'adolescente, o deve essere fisicamente nello stesso spazio del bambino per consegnargli il telefono . Il completamento di due interviste con due individui in cui il genitore viene raggiunto sul cellulare spesso richiede più tempo e impegno e richiede ulteriori chiamate per cercare di raggiungere l'adolescente, aumentando così il costo già consistente delle indagini telefoniche con i giovani. Anche nelle amministrazioni di sondaggi online (dove gli intervistati conducono il sondaggio su un sito Web), passare dal consenso dei genitori al completamento del sondaggio da parte dei giovani può rivelarsi difficile.

Tutte queste complicazioni rendono molto costose le indagini su bambini e famiglie. Mentre un tipico sondaggio telefonico con adulti costa tra $ 50.000 e $ 140.000 a seconda del sondaggio e delle variabili di campionamento, un singolo sondaggio telefonico su adolescenti e genitori costa tra $ 150.000 e $ 300.000.


Nonostante le difficoltà nel sondare gli adolescenti e i loro genitori, abbiamo intervistato adolescenti e genitori otto volte dal 2000 e non vediamo l'ora di presentare il nostro nono sondaggio all'inizio del 2014.

Risorse sulla ricerca etica con i bambini:

http://www.naeyc.org/resources/research/ethical

http://www.srcd.org/about-us/ethical-standards-research