Il sostegno alla pena di morte diminuisce tra gli americani

Il governatore dello stato di Washington Jay Inslee ha annunciato martedì che il suo stato non utilizzerà la pena di morte mentre è in carica. Nel vicino Oregon, il governatore John Kitzhaber ha fatto una mossa simile nel 2011 e l'anno scorso, il governatore del Colorado John Hickenlooper ha emesso un ordine esecutivo che interrompeva un'esecuzione imminente e ha detto che c'era `` una domanda legittima se noi come stato dovremmo prendere delle vite '.


Mentre la maggioranza degli americani (55%) è favorevole alla pena di morte per le persone condannate per omicidio, secondo un sondaggio Pew Research del 2013, tale numero è diminuito significativamente negli ultimi due decenni. Nel 1996, circa tre quarti del pubblico statunitense (78%) era favorevole alla pena capitale. Nel frattempo, la quota di coloro che si dichiarano contrari alla pena di morte è passata dal 18% nel 1996 al 37% nel 2013.

FT_14.02.13_DeathPenalty_640px

Le domande del nostro sondaggio sulla pena di morte a volte danno agli intervistati l'opportunità di specificare se 'favoriscono fortemente' o 'si oppongono fortemente' alla pratica. Nel 2013, il 18% degli americani ha dichiarato di essere `` fortemente a favore '' della pena di morte, un forte calo rispetto al 28% che lo aveva affermato nel 2011.

In questo contesto di opinione pubblica, diversi stati hanno vietato legalmente la pratica negli ultimi anni, portando il totale a 18 (più il Distretto di Columbia). Ciò lascia 32 stati in cui la pena di morte è legale. Secondo Richard C. Dieter, direttore esecutivo di Death Penalty Information, numerosi stati, tra cui California, North Carolina, Arkansas, Kentucky e Georgia, hanno de facto moratorie sulla pena di morte, mentre i tribunali statali valutano le cause che si occupano principalmente di metodi di esecuzione. Center, un'organizzazione senza scopo di lucro a Washington che raccoglie informazioni sulla pena di morte.

Nello stato di Washington, Inslee ha spiegato la sua decisione dicendo che sono stati sollevati 'troppi dubbi' sulla pena di morte e che oggi ci sono 'troppe falle nel sistema', secondo l'Associated Press. Nel 2011, abbiamo chiesto agli americani perché si oppongono o sostengono la pena di morte e il 27% di coloro che si oppongono alla pena di morte ha citato la natura imperfetta del sistema giudiziario come motivo. Questa era una delle due risposte più comuni; Il 27% ha anche affermato che la pena di morte è sbagliata / immorale / non è un nostro diritto.