• Principale
  • Notizia
  • Studio: i sondaggi potrebbero sottostimare il sentimento anti-gay e la dimensione della popolazione gay e lesbica

Studio: i sondaggi potrebbero sottostimare il sentimento anti-gay e la dimensione della popolazione gay e lesbica

I sondaggi tradizionali sull'opinione pubblica sottovalutano la percentuale di gay e lesbiche nella popolazione? E sottovalutano la quota di americani che hanno opinioni anti-gay?


Un team di ricercatori dell'Ohio State e della Boston University afferma che la risposta a entrambe le domande è sì.

'Troviamo una sostanziale sottostima dell'identità e dei comportamenti LGBT (lesbiche, gay, bisessuali e transgender), nonché una sottostima del sentimento anti-gay ... anche in condizioni anonime e molto private', hanno scritto i ricercatori in un documento di lavoro appena pubblicato da il National Bureau of Economic Research.

Lo studio è stato condotto dagli economisti Katherine B. Coffman e Lucas C. Coffman della Ohio State University e Keith M. Marzilli Ericson della Boston University.

Hanno utilizzato un nuovo metodo di ricerca che, oltre alla solita privacy e anonimato offerti dalle migliori tecniche di indagine, va oltre e rende praticamente impossibile collegare i singoli intervistati con le loro risposte a domande sensibili. Chiamano questa tecnica il metodo 'Rapporto velato'.


Quindi hanno confrontato le loro scoperte con i risultati ottenuti come parte dell'esperimento 'Veiled Report' con le risposte di un gruppo di controllo che ha risposto alle domande poste in un modo più convenzionale. Il loro obiettivo era vedere come i pregiudizi della desiderabilità sociale - la tendenza delle persone a non rivelare comportamenti o atteggiamenti che temono possano essere visti come al di fuori del mainstream - possono influenzare la rendicontazione su questi argomenti sensibili.



FT_13.10.08_LGBTsurveyNei risultati che utilizzano la tecnica sperimentale, le auto-segnalazioni di identità non eterosessuale ammontavano al 19% degli intervistati utilizzando i metodi Veiled Report, il 65% in più rispetto all'11% nel gruppo di controllo. Anche la quota che riportava esperienze sessuali dello stesso sesso è cresciuta dal 17% nel gruppo di controllo al 27% nel gruppo Veiled Report, hanno riferito. (Poiché il loro esperimento non ha utilizzato un campione casuale della popolazione adulta, i ricercatori non tentano di stimare la dimensione effettiva della popolazione gay e lesbica del paese.)


Il metodo sperimentale ha anche aumentato i tassi di sentimento anti-gay. Ad esempio, la percentuale di coloro che disapprovavano di avere un manager apertamente gay al lavoro è aumentata dal 16% nel gruppo di controllo al 27% nel gruppo Veiled Report. Anche la percentuale di coloro che riteneva fosse legale discriminare nell'assunzione sulla base dell'orientamento sessuale è passata dal 14% al 25%.

Tuttavia, quelli nel trattamento del rapporto velato erano meno propensi rispetto a quelli nel trattamento del rapporto diretto per dire che una persona omosessuale 'può cambiare il proprio orientamento sessuale se sceglie di farlo' (22% contro 15%). Come suggeriscono gli autori, 'Ciò indica che i partecipanti hanno ritenuto socialmente più desiderabile segnalare che l'orientamento sessuale è mutevole, il che va nella direzione opposta di una norma generale' pro-LGBT ''.


Ecco come ha funzionato l'esperimento. I ricercatori sono andati online per reclutare più di 2.500 partecipanti allo studio. Queste reclute sono state divise casualmente in due gruppi. Entrambi i gruppi hanno effettuato un sondaggio online sul proprio personal computer e non hanno mai divulgato i loro nomi o altre informazioni che potrebbero identificarli.

Ai membri dei due gruppi sono state poste otto domande sulla sessualità a cui le persone potrebbero essere riluttanti a rispondere in modo sincero, se non del tutto. 'Tre domande riguardano la sessualità dei partecipanti: se si considerano eterosessuali, se sono sessualmente attratti da membri dello stesso sesso e se hanno avuto un'esperienza sessuale con qualcuno dello stesso sesso', secondo i ricercatori. 'Le restanti cinque domande esaminano atteggiamenti e opinioni relative alla sessualità: ai partecipanti vengono poste domande su questioni di politica pubblica, come il riconoscimento legale del matrimonio tra persone dello stesso sesso, nonché convinzioni e sentimenti personali, come sentirsi a proprio agio con le persone LGBT sul posto di lavoro' .

A seconda del gruppo, le otto domande del sondaggio sono state poste in modi leggermente diversi. Il primo gruppo, il 'Rapporto diretto' o gruppo di controllo, ha iniziato con una domanda che sembrava molto diversa da quelle trovate in un sondaggio di opinione pubblica standard.

Quello che hanno visto sullo schermo del computer era un elenco di quattro affermazioni e un'istruzione su come rispondere. Ecco un esempio di una delle domande dell'elenco utilizzate nello studio la prima di otto domande sensibili:


FT_direct-report2

Gli intervistati non hanno mai rivelato le loro risposte a nessuna delle quattro singole domande nell'elenco. Invece, hanno sommato mentalmente le loro risposte 'sì' e hanno inserito il loro totale in un cerchio.

Le restanti domande includevano le tre che misuravano l'orientamento sessuale e le cinque che misuravano gli atteggiamenti nei confronti di gay e lesbiche. Tutti e otto apparivano in un formato standard 'sì' o 'no' come mostrato nell'esempio e agli intervistati nel gruppo di controllo è stato chiesto di registrare la propria risposta a ciascuna domanda sotto la domanda stessa.

Il secondo gruppo, il gruppo 'Rapporto velato', ha ricevuto tutte le domande dell'elenco. Complessivamente c'erano otto domande distinte, ciascuna delle quali conteneva altre quattro domande innocue e una delle otto domande sensibili.

Sono stati nuovamente istruiti a sommare e registrare le loro risposte 'sì' a ciascuna come un totale. A differenza del gruppo di controllo, a quelli del gruppo Veiled Report non è mai stato chiesto di registrare la loro risposta a nessuno dei singoli elementi.

Ecco la lista delle domande poste a coloro nel gruppo Veiled Report che è parallela a quella che il gruppo di controllo ha visto:

FT_veiled-report2

Le altre sette domande sensibili sono state formulate allo stesso modo: quattro affermazioni più favorevoli e un elemento sensibile. Ogni intervistato nel gruppo di test ha visto cinque domande: le quattro originali e una delle tre domande sull'identità sessuale e gli è stato chiesto di sommare e inserire le loro risposte 'sì'.

Confrontando il numero medio di risposte 'sì' nei due gruppi, i ricercatori hanno potuto stimare la proporzione degli intervistati nel gruppo Veiled Report che aveva detto sì alla misurazione della domanda sensibile.

L'esperimento ha funzionato? Sii il giudice:

“Nel trattamento a rapporto diretto, l'11% della popolazione dichiara di non considerarsi eterosessuale (8% per gli uomini, 16% per le donne). Nel trattamento del Rapporto Velato, questo aumenta al 19% (15% per gli uomini, 22% per le donne). Allo stesso tempo, la quota di partecipanti che riferiscono di aver avuto un'esperienza sessuale con qualcuno dello stesso sesso aumenta dal 17% nel trattamento Direct Report al 27% nel trattamento Veiled Report, un aumento del 59% ', hanno scritto.

Nessuna differenza significativa è stata rilevata tra i gruppi di prova sulla domanda che chiedeva se l'intervistato fosse attratto da membri del sesso opposto.

Una nota di avvertimento: ci sono molte sfide nella stima delle dimensioni o della composizione della popolazione LGBT, a partire dalla domanda se utilizzare una definizione basata esclusivamente sull'autoidentificazione o se includere anche misure di attrazione sessuale e comportamento sessuale. Per uno sguardo dettagliato alle caratteristiche demografiche della popolazione LGBT, vedere A Survey of LGBT Americans pubblicato all'inizio di quest'anno dal Pew Research Center.

Lo studio dei ricercatori dell'Ohio State e della Boston University, mentre solleva domande sui tradizionali sondaggi di opinione pubblica, non cerca di trarre le proprie conclusioni sulla dimensione della popolazione LGBT o sugli atteggiamenti del pubblico al riguardo poiché i partecipanti non erano un campione casuale o rappresentativo di tutti gli adulti dai 18 anni in su. (I ricercatori hanno utilizzato il sito web Mechanical Turk di Amazon per reclutare i partecipanti.)

Infatti, hanno detto che il loro gruppo di studio era più giovane, più istruito, più politicamente liberale e con meno probabilità di essere repubblicano o di descrivere se stesso come almeno 'moderatamente religioso' nel paese. Hanno notato che alcuni dei gruppi sottorappresentati nel loro studio hanno probabilmente maggiori probabilità di avere opinioni anti-gay o essere meno disposti a dire che non sono eterosessuali.