• Principale
  • Notizia
  • Il forte sostegno a Israele negli Stati Uniti va oltre i confini religiosi

Il forte sostegno a Israele negli Stati Uniti va oltre i confini religiosi

L'American Israel Public Affairs Committee (AIPAC), che tiene la sua conferenza politica annuale a Washington, DC, a partire da domenica, viene talvolta definita la 'lobby ebraica'. Ma la sua missione è come un fileIsraelee quando si tratta di sostegno pubblico a quel paese negli Stati Uniti, i cristiani evangelici sono ancora più favorevoli a Israele rispetto agli ebrei americani con alcune misure.


Supporto degli Stati Uniti per Israele da parte della religioneLa stessa AIPAC ha preso atto di questo fatto, chiarendo che il suo lavoro non è limitato agli ebrei. Il suo sito web fa riferimento ad attivisti di tutte le religioni e afferma che 'la comunità cristiana evangelica gioca un ruolo sempre più vitale'.

I sondaggi di Pew Research rilevano che quote simili di cristiani (29%) ed ebrei (31%) affermano che gli Stati Uniti non supportano abbastanza Israele. Tra i protestanti evangelici bianchi, quasi la metà (46%) afferma che gli Stati Uniti non forniscono abbastanza sostegno a Israele.

Alla domanda se Dio ha dato Israele al popolo ebraico, più cristiani (55%) che ebrei (40%) rispondono di sì (anche se praticamente tutta la discrepanza è spiegata dai livelli inferiori di fede in Dio in generale). E la quota di evangelici bianchi che affermano che Dio ha dato Israele agli ebrei (82%) è alla pari con la percentuale di ebrei ortodossi che lo credono (84%).

La conferenza di quest'anno arriva in un momento delicato per l'AIPAC, che è stata in contrasto con la Casa Bianca su un disegno di legge del Senato che imporrebbe nuove sanzioni all'Iran per il suo programma nucleare. Quando abbiamo chiesto agli americani nel 2012 cosa avrebbero dovuto fare gli Stati Uniti se Israele avesse attaccato l'Iran per fermare il programma nucleare iraniano, il 64% degli evangelici bianchi ha detto di 'sostenere Israele', mentre solo il 39% del pubblico in generale era d'accordo.


Il sostegno a Israele tra gli evangelici statunitensi è alto.Nel frattempo, il Segretario di Stato americano John Kerry sta cercando di mediare un accordo di pace tra Israele e palestinesi nel mezzo di un movimento internazionale guidato dai palestinesi di `` boicottaggio, disinvestimento e sanzioni '' diretto contro Israele come risposta alla presenza ebraica in Cisgiordania. .



Quando si tratta del conflitto di lunga data tra Israele e palestinesi, alla domanda se simpatizzano con entrambe le parti, il 72% degli evangelici bianchi si è schierato con Israele nella disputa mentre il 4% ha scelto i palestinesi, secondo un sondaggio del marzo 2013. Tra gli adulti statunitensi in generale, il 49% simpatizzava di più con Israele e il 12% con i palestinesi. La metà (50%) degli evangelici bianchi ha affermato che non c'è modo per Israele e uno Stato palestinese indipendente di coesistere pacificamente, un'opinione condivisa da solo un terzo (33%) degli ebrei statunitensi e dal 41% del pubblico in generale.