• Principale
  • Notizia
  • Sanford, Weiner e Spitzer: cercando di superare i titoli dei loro scandali

Sanford, Weiner e Spitzer: cercando di superare i titoli dei loro scandali

FT_Pol_Scandal

Mentre tentano rimonte politiche, Eliot Spitzer, Anthony Weiner e Mark Sanford sperano di poter mettere dietro di loro i titoli dei misfatti che li hanno costretti a lasciare l'incarico. E quei titoli erano numerosi: la quantità di copertura delle notizie che i loro misfatti hanno attirato si è classificata tra i primi cinque scandali politici degli ultimi anni.


Spitzer, l'ex governatore di New York, ha annunciato domenica scorsa la sua candidatura a controllore di New York City. Il ritorno di Spitzer alla politica arriva cinque anni dopo che un'indagine federale lo ha collegato a un giro di prostituzione ad alto prezzo, che ha portato alle sue dimissioni nel marzo 2008. In un'intervista al New York Times, Spitzer ha detto che era 'fiducioso che ci sarà perdono'.

Weiner, un ex membro del Congresso di New York City che si è dimesso nel giugno 2011 a seguito di uno scandalo di sexting molto pubblicizzato, ha deciso di fare la corsa per succedere al sindaco di New York City Michael Bloomberg. E, all'inizio di quest'anno, Sanford, l'ex governatore della Carolina del Sud, ha vinto un seggio al Congresso circa quattro anni dopo aver ammesso a una relazione adultera ed è sopravvissuto a un tentativo di impeachment.

Solo pochi anni prima, tutti e tre gli uomini hanno affrontato una raffica di titoli sgraditi, secondo un'analisi dei principali mezzi di informazione che includeva notiziari televisivi, giornali, siti di notizie online, notizie via cavo e notizie radiofoniche.

Per quanto riguarda la percentuale di newshole dedicata a loro, le saghe Spitzer, Weiner e Sanford si sono classificate tra i primi cinque scandali che coinvolgono funzionari eletti, secondo un esame del Pew Research Center dell'agenda delle notizie principali da gennaio 2007 a maggio 2012.


Nella settimana dal 10 al 16 marzo 2008, quando si è dimesso da governatore di New York, la caduta di Spitzer ha rappresentato il 23% della newshole, rendendola la storia di scandalo politico numero 2 nel periodo studiato. (Newshole si riferisce allo spazio dedicato a ciascun argomento su carta stampata e online e tempo alla radio e alla TV.) Durante quella settimana di metà marzo, solo la campagna presidenziale del 2008 ha ricevuto più copertura (27%).

La storia di Weiner è al quarto posto tra gli scandali politici. Durante la settimana dal 6 al 12 giugno 2011, quando i principali democratici gli hanno fatto pressioni affinché si dimettesse, quella copertura ha rappresentato il 17% del newshole, rendendolo la notizia più importante della settimana. E quando Sanford ha ammesso la sua relazione extraconiugale nella settimana del 22-28 giugno 2009, la copertura di quell'episodio ha riempito l'11% del newshole, collocandolo al quinto posto tra le storie di scandali che hanno colpito i funzionari eletti.


Gli altri due uomini che sono entrati nella top five non sono più attivi in ​​politica. Dopo la notizia dell'arresto del senatore dell'Idaho Larry Craig per sospetto di condotta oscena in un aeroporto di Minneapolis, la storia ha rappresentato il 18% del newshole (26-31 agosto 2007). Craig non ha chiesto la rielezione dopo la scadenza del suo mandato. Recentemente è stato di nuovo nelle notizie quando un giudice ha rifiutato di archiviare una causa della FEC sostenendo di aver utilizzato i fondi della campagna per pagare la sua difesa.

Ma il più grande scandalo politico quando si è trattato della quantità di copertura giornalistica ha coinvolto l'ex governatore dell'Illinois Rod Blagojevich. Dall'8 al 14 dicembre 2008, la settimana in cui è stato arrestato con l'accusa di corruzione, comprese le accuse di aver tentato di vendere l'ex seggio al Senato di Barack Obama, il 28% della newshole era dedicato ai problemi legali di 'Blago'. Rimosso dall'incarico nel 2009 e condannato nel 2011, è attualmente molto lontano dalla mischia politica poiché sta scontando una condanna a 14 anni.