Orgogliosi patrioti e aspri critici del governo


Quasi tutti gli americani si considerano patriottici e si esprimono orgogliosi di essere americani.Tuttavia, quando si tratta di intense espressioni di patriottismo, emergono notevoli differenze demografiche e politiche. E molti di coloro che esprimono un forte patriottismo e orgoglio nel paese sono anche molto critici nei confronti del governo federale e dei suoi leader politici.

Una nuova indagine nazionale del Pew Research Center for the People & the Press, condotta dal 24 al 27 giugno su 1.001 adulti, rileva che più di otto su dieci (83%) si dichiarano estremamente orgogliosi (52%) o molto orgoglioso (31%) di essere americano. Solo il 14% afferma di essere moderatamente orgoglioso (8%) o di avere poco o nessun orgoglio (6%) di essere americano.

Quasi sei bianchi non ispanici su dieci (59%) affermano di essere estremamente orgogliosi di essere americani rispetto al 36% dei neri non ispanici. Le persone di età inferiore ai 30 anni hanno anche meno probabilità degli americani più anziani di dire di essere estremamente orgogliosi di essere americani.


Coloro che danno a Barack Obama le valutazioni di lavoro più basse - prevalentemente repubblicani e indipendenti che sono repubblicani - sono anche più propensi a dire di essere estremamente orgogliosi di essere un americano rispetto a quelli che danno al presidente valutazioni più positive.



Un sondaggio condotto all'inizio di quest'anno ha chiesto agli intervistati di confrontare il proprio livello di patriottismo con quello dei loro concittadini. La maggior parte delle persone (59%) afferma di essere patriottica quanto gli altri. Solo un terzo (33%) afferma di essere più patriottico della maggior parte degli altri americani. In particolare, coloro che hanno una visione particolarmente debole del governo federale - compresi quelli che sono d'accordo con il movimento del Tea Party - sono tra i più propensi a considerarsi più patriottici della maggior parte delle persone in questo paese.


Più uomini (36%) che donne (30%) affermano di essere più patriottici di altri e si notano anche differenze razziali e di età in questi atteggiamenti. Più di un terzo dei bianchi (35%) afferma di essere più patriottico di altri, rispetto al 26% degli afroamericani. E le persone di età pari o superiore a 65 anni avevano più probabilità (al 42%) rispetto ai gruppi di età più giovane di considerarsi più patriottiche degli altri.

L'immagine è in gran parte la stessa quando si tratta di un modo chiave in cui gli americani esprimono il loro patriottismo: esporre la bandiera americana. Interrogato in un sondaggio Pew Research dell'8-28 giugno, quasi sei su dieci (59%) affermano di mostrare la bandiera a casa, in ufficio o sulla propria automobile. Uomini e donne hanno la stessa probabilità di farlo, ma ci sono grandi differenze per appartenenza al partito, razza ed età. La maggioranza delle persone di età pari o superiore a 30 anni espone la bandiera, rispetto al 42% tra i 18-29 anni. I repubblicani hanno maggiori probabilità dei democratici o degli indipendenti di esporre la bandiera (72% per i repubblicani, 51% per i democratici e 59% per gli indipendenti). E molti più bianchi (65%) degli afroamericani (37%) affermano di esporre la bandiera.


Mostrare la bandiera era particolarmente popolare all'indomani degli attacchi terroristici dell'11 settembre 2001. Nell'agosto 2002, il 75% ha dichiarato di aver esposto la bandiera.