• Principale
  • Notizia
  • Nel 44 ° anniversario, gli americani sono rimasti meno colpiti dalla prima passeggiata sulla luna

Nel 44 ° anniversario, gli americani sono rimasti meno colpiti dalla prima passeggiata sulla luna

Neil Armstrong fece 'un balzo da gigante per l'umanità' quando divenne il primo uomo a camminare sulla luna il 20 luglio 1969, ponendo fine alla corsa allo spazio e attirando l'attenzione rapita degli americani ovunque. (Uno schiacciante 80% degli americani che avevano otto o più anni quando Armstrong è atterrato sulla luna ricorda esattamente dove si trovava al momento dell'evento.)


Una ragazza tiene il Washington Post lunedì 21 luglio 1969 / Jack Weir

Ma un sondaggio del 2009 ha mostrato che lo sbarco sulla luna era caduto nella vista del pubblico dei principali risultati americani. Solo il 12% degli americani pensa che mettere un uomo sulla luna sia stato il più grande risultato della nazione nel mezzo secolo precedente.

Nel 2009, un sondaggio del Pew Research Center ha chiesto agli americani di nominare il più grande risultato del paese degli ultimi 50 anni. Circa un quarto degli americani (27%) ha affermato di considerare le imprese scientifiche, mediche o tecnologiche come il più grande risultato. Il 17% del pubblico ha affermato che i diritti civili o la parità di diritti sono stati il ​​più grande risultato in 50 anni e il 10% ha affermato di eleggere un presidente nero.

Queste cifre hanno rappresentato un calo dell'opinione pubblica sull'importanza dell'esplorazione spaziale dal 1999, quando abbiamo intervistato il più grande risultato dei 20thsecolo. A quel tempo, quasi la metà degli americani (47%) menzionava i successi nel campo della scienza, della medicina o della tecnologia come il più grande risultato americano e il 18% menzionava specificamente l'esplorazione spaziale e il trasferimento di un uomo sulla luna.

In particolare, la generazione Boomer, nata tra il 1946 e il 1964, è stata l'unico gruppo di americani a rimanere coerente nella loro visione del successo dell'uomo sulla luna. Nel 1999, il 19% dei Boomer ha citato l'esplorazione spaziale come il più grande risultato della nazione. Dieci anni dopo, il 17% dei Boomer ha detto la stessa cosa.


Ma gli americani non sono rimasti del tutto disincantati dall'esplorazione spaziale. Nel 2010, la maggioranza degli americani (63%) era ottimista sul fatto che gli astronauti sarebbero atterrati su Marte entro il 2050. Ulteriori informazioni.