• Principale
  • Notizia
  • L'attacco terroristico al centro commerciale di Nairobi Westgate fa parte del forte aumento delle ostilità religiose in Kenya

L'attacco terroristico al centro commerciale di Nairobi Westgate fa parte del forte aumento delle ostilità religiose in Kenya

Il gruppo islamico somalo al-Shabab ha rivendicato la responsabilità dell'attacco al centro commerciale di Nairobi iniziato sabato e che ha provocato almeno 62 morti, affermando che l'assalto è una rappresaglia per le operazioni militari keniane in Somalia.


Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti considera al-Shabab, che controlla parti della Somalia, un'organizzazione terroristica legata ad al-Qaeda e afferma che al-Shabab ha preso di mira i non musulmani e coloro che si sono convertiti dall'Islam ad altre religioni. Secondo il Council on Foreign Relations, al-Shabab 'si batte per la creazione di uno Stato islamico fondamentalista in Somalia'.

Il numero di persone uccise in attacchi terroristici legati alla religione in Kenya è aumentato notevolmente negli ultimi anni. Secondo i rapporti analizzati dal Pew Research Center come parte del nostro studio globale in corso sulle restrizioni e le ostilità religiose, più di 300 persone sono state uccise, ferite o sfollate a seguito di attacchi terroristici legati alla religione in Kenya nel 2012, più del doppio molti come nel 2011 e un aumento di oltre cinque volte rispetto al 2010.

FT_13.09.23_KenyaHostilities_3

In generale, le ostilità sociali che coinvolgono la religione, definite da Pew Research come atti concreti di violenza religiosa che vanno dai crimini d'odio al terrorismo e alla guerra legati alla religione, sono molto più elevate in Kenya che nell'Africa subsahariana nel suo complesso. Nel 2012, il Kenya aveva quasi quattro volte il livello di ostilità sociali (8,3 su una scala di 10) rispetto al livello medio tra i 48 paesi della regione (2,1). Il Pew Research Social Hostilities Index tiene conto del livello e dell'intensità delle ostilità, inclusa la violenza settaria, la violenza di massa legata alla religione e i cosiddetti delitti d'onore, in cui gli autori sono motivati ​​dalla religione.

In un sondaggio di March Pew Research, circa la metà dei keniani (55%) ha affermato che i gruppi estremisti islamici rappresentano una grave minaccia per il loro paese.


Ci sono state alcune segnalazioni che i militanti del centro commerciale di Nairobi provengono da diversi paesi. Il Kenya e la Somalia sono due dei 51 paesi in cui gruppi terroristici legati alla religione si sono impegnati in attacchi transfrontalieri o hanno attinto a collegamenti internazionali per ottenere supporto tra il 2009 e il 2011, secondo un'analisi di Pew Research correlata.