• Principale
  • Notizia
  • Le mutevoli visioni dei latini sul matrimonio tra persone dello stesso sesso

Le mutevoli visioni dei latini sul matrimonio tra persone dello stesso sesso

Le opinioni dei latinoamericani sul matrimonio tra persone dello stesso sesso sono cambiate radicalmente negli ultimi anni. Nel 2012 per la prima volta, secondo un sondaggio del Pew Hispanic Center, più latini hanno affermato di preferire il matrimonio tra persone dello stesso sesso di quanto si siano opposti (52% contro 34%). Si tratta di un'inversione di tendenza rispetto a sei anni prima, quando un terzo (31%) dei latini era favorevole al matrimonio tra persone dello stesso sesso e più della metà (56%) si opponeva. Questo cambiamento di vedute segue quello del grande pubblico, le cui opinioni sul matrimonio tra persone dello stesso sesso sono cambiate negli ultimi anni.


Ma anche se ora più ispanici preferiscono il matrimonio tra persone dello stesso sesso che opporsi, non tutti i gruppi ispanici hanno la stessa opinione.

Secondo il National Survey of Latinos, il sostegno per consentire a gay e lesbiche di sposarsi legalmente è più alto tra gli adulti latini senza affiliazione religiosa (71%), i latini di età compresa tra 18 e 29 anni (68%), i latini che si identificano o si inclinano verso il Democratico Partito (60%) e latini con una certa istruzione universitaria o più (63%).

Al contrario, la più forte opposizione al matrimonio tra persone dello stesso sesso viene dagli ispanici evangelici, il 66% dei quali si oppone a permettere a gay e lesbiche di sposarsi legalmente. Inoltre, il 60% degli ispanici di età pari o superiore a 65 anni e il 51% degli ispanici che si identificano o propendono per il Partito Repubblicano si oppongono alla legalizzazione del matrimonio tra persone dello stesso sesso.

Vale la pena notare che tutte queste tendenze per età, partito politico e appartenenza religiosa tra i latini seguono anche la tendenza del pubblico in generale.


Dal 2006, il sostegno al matrimonio tra persone dello stesso sesso è cresciuto di 20 punti percentuali o più per quasi tutti i principali sottogruppi demografici di latinoamericani, riflettendo i cambiamenti nelle opinioni dei latini nei confronti di gay e lesbiche.



Tuttavia, per alcuni sottogruppi, le visualizzazioni sono cambiate poco. Tra i latini di età pari o superiore a 65 anni, nel 2006, solo il 16% ha dichiarato di essere a favore del matrimonio tra persone dello stesso sesso. Entro il 2012, solo il 18% si è dichiarato favorevole. Allo stesso modo, tra i latini che si identificano come politicamente indipendenti, il 35% era favorevole nel 2006 rispetto al 37% nel 2012.


3:06 p.m .: Questo post è stato aggiornato. Le percentuali sono state corrette per ogni sottogruppo religioso latino e anche per ogni sottogruppo del partito politico latino.