Importanza del voto latino nel 2012

Mark Hugo Lopez, direttore associato, Pew Hispanic Center


D. Gli ispanici sono stati un gruppo chiave che ha sostenuto Barack Obama nel 2008. Quanto sarà importante il ruolo che giocheranno nel 2012?

Mark Lopez PER.Il sostegno ispanico a Barack Obama quest'anno rimane a livelli simili a quelli del 2008. I sondaggi di quattro anni fa hanno mostrato che Obama ha vinto il 67% dei voti latini e John McCain il 31%. I numeri più recenti dei sondaggi Pew Research mostrano che il 70% degli elettori latini registrati afferma di voler votare per Obama e il 26% afferma di voler votare per Mitt Romney.

La grande domanda quest'anno sarà quanti ispanici, oltre a quanti nel pubblico in generale, andranno a votare. Attualmente un numero record di ispanici - 23,4 milioni - può votare. Si tratta di 19,5 milioni nel 2008. E insieme al numero crescente di potenziali elettori, il numero effettivo di elettori ispanici alle elezioni presidenziali e di medio termine è in aumento. Un record di 9,7 milioni di votanti nel 2008.

Anche il tasso di affluenza alle urne tra gli elettori ispanici idonei è aumentato e ha raggiunto il 50% nel 2008. Ma continua a rimanere indietro nei tassi di affluenza tra i bianchi non ispanici (66% nel 2008) e i neri non ispanici (65% nel 2008). È troppo presto per dire quanti ispanici voteranno nel 2012, ma dalla metà degli anni '80, ogni elezione presidenziale - e di medio termine - ha visto un numero record di elettori ispanici.


Tuttavia, il 2012 è un'elezione diversa. Quattro anni fa, i due stati con la più grande popolazione ispanica e il maggior numero di elettori ispanici - California e Texas - hanno giocato un ruolo più importante a causa della lotta primaria democratica tra Barack Obama e Hillary Clinton. Non c'è stata nessuna lotta simile quest'anno che ha attraversato quegli stati. Quasi la metà degli elettori ispanici idonei vive in California o Texas. La maggior parte degli esperti politici si aspetta che Obama vinca la California e Romney vinca il Texas.



D. Nel 2008, gli ispanici rappresentavano il 7,4% degli elettori a livello nazionale. È ben al di sotto della loro quota di popolazione all'epoca - circa il 15%. Perché la differenza?


PER.Gli ispanici sono più giovani e hanno meno probabilità di detenere la cittadinanza statunitense rispetto ad altri gruppi. Questi due fattori da soli spiegano gran parte della differenza nella rappresentanza ispanica tra gli elettori della nazione. La nostra analisi delle elezioni del 2010 ha mostrato che più della metà della popolazione ispanica della nazione non era idonea a votare quell'anno per nessuno di questi due motivi. In confronto, tre quarti dei bianchi, due terzi dei neri e più della metà degli asiatici potevano votare.

D. Quanto è importante dove si trovano le popolazioni latine? In quali stati possiamo aspettarci che gli elettori latini giochino un ruolo importante questo autunno?


PER.Sebbene quasi la metà di tutti gli elettori latini idonei si trovi in ​​California e Texas, nessuno dei due è uno stato di battaglia quest'anno. Stati come Florida, Nevada, New Mexico e Colorado sono tutti campi di battaglia con una significativa popolazione di elettori ispanici. Gli ispanici potrebbero svolgere un ruolo importante anche in Virginia e nel North Carolina. In Florida, Nevada e Colorado, i latini costituiscono circa il 15% degli elettori ammissibili di ogni stato, mentre in Virginia e Carolina del Nord costituiscono meno del 5% degli elettori ammissibili di entrambi gli stati.

In Florida, circa 1,5 milioni di ispanici sono registrati per votare, rispetto a 1,4 milioni nel 2008.

D. Quali sono le questioni più importanti per gli elettori latini?

PER.Il lavoro e l'economia sono in cima alla lista. Dopo di che vengono l'istruzione e l'assistenza sanitaria. Anche l'immigrazione è considerata una questione importante, ma un numero minore di elettori latini registrati la considera una 'questione estremamente importante', secondo un sondaggio che abbiamo fatto alla fine del 2011. È interessante notare che la nostra ricerca dello scorso anno ha rilevato che la maggioranza degli ispanici si è opposta alla politica di espulsione di Obama , ma questo prima che il presidente annunciasse di recente che la sua amministrazione non avrebbe imposto le deportazioni per alcuni figli di immigrati arrivati ​​illegalmente.


D. Cosa dicono le tendenze demografiche sul futuro? Sembra che ci siano popolazioni latine in crescita in molti stati del sud che potrebbero avere una maggiore influenza nelle elezioni in corso?

PER.Questo è un processo graduale, ma in numero crescente. La più grande crescita recente si è verificata nel sud-est, inclusi stati come la Georgia e la Carolina del Sud. Anche così, gli ispanici sono ancora una piccola quota degli elettori ammissibili - meno del 5% in ciascuno di questi stati.

Andando avanti, i latini rappresenteranno una quota maggiore di tutti gli elettori a livello nazionale e in molti stati. Resta da vedere esattamente come si evolverà.

Guarda anche:Come hanno votato gli ispanici alle elezioni del 2008