• Principale
  • Notizia
  • Come gli americani più ideologicamente polarizzati vivono vite diverse

Come gli americani più ideologicamente polarizzati vivono vite diverse

polarization_wherelivePer i più ardenti liberali e conservatori d'America, la polarizzazione inizia a casa.


In quelli che possono sembrare stereotipi prendono vita, un nuovo studio del Pew Research Center sulla polarizzazione politica rileva che i conservatori preferirebbero vivere in grandi case in piccole città e aree rurali - idealmente tra persone della stessa fede religiosa - mentre i liberali optano per case più piccole e comunità percorribili nelle città, preferibilmente con un mix di diverse razze ed etnie. E considerevoli minoranze di entrambi i gruppi dicono che rimarrebbero costernate se qualcuno dell ''altra parte' si sposasse nella loro famiglia.

Questi risultati, e altri nel rapporto Pew Research, illustrano come le lealtà ideologiche e di parte possono riflettere e rimodellare la vita quotidiana degli americani.

Secondo il rapporto, le persone con opinioni costantemente conservatrici preferiscono in modo schiacciante le piccole città e le aree rurali come luoghi in cui vivere: il 41% afferma che vivrebbe in una zona rurale se potesse vivere ovunque negli Stati Uniti, mentre il 35% sceglie una piccola città. Al contrario, il 46% delle persone con opinioni costantemente liberali afferma di preferire vivere in città. (Circa due persone su dieci in ogni categoria scelgono la periferia.)

E quando hanno la possibilità di scegliere, tre quarti dei conservatori coerenti affermano che preferirebbero vivere in una comunità di case più grandi con più spazio tra di loro, anche se ciò significa dover guidare per negozi, ristoranti e altri servizi. I liberali coerenti erano quasi esattamente l'opposto: il 77% ha affermato di preferire comunità più dense dove i servizi erano raggiungibili a piedi, anche se ciò significava vivere in case più piccole. (Parlando di servizi, il 73% dei liberali coerenti ha affermato che essere vicino a musei e teatri d'arte è importante, contro solo il 23% dei conservatori coerenti.)


polarization_neighborsE i vicini? Il 76% dei liberali coerenti ha affermato che la diversità razziale ed etnica è stato un fattore importante nel decidere dove vivere, rispetto a solo il 20% dei conservatori coerenti. Questi ultimi attribuiscono molto più valore a dove molte persone in un luogo condividono la loro religione: il 57% lo chiama importante, contro solo il 17% dei liberali coerenti.



Ben la metà dei conservatori coerenti e il 35% dei liberali coerenti afferma che è importante vivere in un luogo in cui la maggior parte delle persone condivide le proprie opinioni politiche. E alcuni ricercatori hanno, infatti, trovato prove che tali preferenze influiscono su dove gli americani decidono di trasferirsi.


Un documento del 2013 pubblicato sugli 'Annals of the Association of American Geographers', ad esempio, ha analizzato milioni di file di elettori del 2004, 2006 e 2008 da sette stati, identificando le persone che si sono trasferite in quel lasso di tempo. I ricercatori hanno concluso che, mentre il lavoro e le preoccupazioni familiari sono i fattori più importanti nel decidere dove e se trasferirsi, 'i migranti repubblicani mostrano una preferenza per il trasferimento in aree ancora più repubblicane' e 'i democratici mostrano una preferenza simile per le proprie , anche se la tendenza non è così forte. ' I ricercatori hanno concluso che '(se) il ruolo della partigianeria è centrale o ausiliario, se fa parte del processo decisionale, ha il potenziale per riformulare il panorama politico degli Stati Uniti'.

La maggior parte, ma non tutti, gli americani sono a proprio agio con la diversità politica nelle loro famiglie, il rapporto di Pew Research ha rilevato: solo il 9% afferma che sarebbe infelice se un parente stretto sposasse un repubblicano, circa la stessa percentuale (8%) di quelli chi lo dice di sposare un democratico. Anche tra i partigiani i livelli di disagio sono piuttosto bassi: circa altrettanti repubblicani (17%) e democratici (15%) dicono che sarebbero infelici se un membro della famiglia sposasse qualcuno dell'altra parte.


Ma il disagio aumenta tra le fasce più ideologiche della popolazione. Il 23% dei liberali coerenti afferma che non sarebbe contento di un repubblicano che si sposa nella loro famiglia; Il 30% dei conservatori coerenti lo dice sulla prospettiva di un suocero democratico.

E tu? Ti ritrovi a stringere i denti quando ascolti le opinioni politiche dei tuoi suoceri? Ti senti come un'isola conservatrice in un mare blu profondo o viceversa? I barbecue di quartiere si trasformano in lanci di condimenti partigiani? Raccontaci in che modo la polarizzazione politica, tua o altrui, influisce sul tuo modo di vivere.