• Principale
  • Notizia
  • Homeland Security è visto con favore dagli americani prima dell'udienza di Jeh Johnson

Homeland Security è visto con favore dagli americani prima dell'udienza di Jeh Johnson

Una commissione del Senato riprende oggi la nomina di Jeh Johnson da parte del presidente Obama per succedere a Janet Napolitano come segretario della Sicurezza interna. Mentre i legislatori del GOP hanno messo in dubbio la mancanza di esperienza di Johnson in alcune aree e il suo ruolo passato di raccolta fondi per Obama, c'è almeno una cosa che la maggior parte dei repubblicani e dei democratici hanno in comune: la maggioranza ha un'opinione favorevole dell'agenzia che Johnson è stata nominata per guidare .


Nel complesso, il 66% degli americani ha una visione positiva della Homeland Security, che la colloca dietro al Center for Disease Control, NASA, Dipartimento della Difesa e Veterans 'Administration, secondo un sondaggio del mese scorso. (L'agenzia con la peggiore immagine pubblica è l'Internal Revenue Service che si vedesfavorevolmentedel 51%).

L'opinione favorevole dell'agenzia creata dopo gli attacchi terroristici dell'11 settembre 2001 si estende su linee partigiane, sebbene i repubblicani siano circa 14 punti percentuali meno entusiasti rispetto ai democratici. Circa sei repubblicani su dieci (62%), 76% dei democratici e 60% degli indipendenti vedono favorevolmente il dipartimento.

Homeland se l'era cavata meno bene in un sondaggio condotto nel marzo 2010. Solo il 43% ha dichiarato all'epoca di svolgere un lavoro buono o eccellente, mentre il 53% ha valutato i suoi sforzi solo equi o poveri.

Una responsabilità chiave del dipartimento, che ha iniziato come Office of Homeland Security della Casa Bianca ed è stato elevato allo status di gabinetto nel 2003, è quella di proteggere dal terrorismo sul suolo nazionale.


Gli americani hanno opinioni contrastanti su quanto il governo può fare per prevenire gli attacchi. Un sondaggio condotto ad aprile dopo gli attentati alla maratona di Boston ha rilevato che mentre il 60% del pubblico credeva che le misure adottate dal governo nel suo insieme avessero reso il paese più sicuro dal terrorismo, un numero minore (49%) ha affermato che c'era di più il governo potrebbe fare per prevenire tali attacchi, mentre il 46% ha detto che non c'era molto di più che potesse fare. Il sondaggio di aprile non ha chiesto specificamente della sicurezza interna.