Gibbs rileva una rivista Time travagliata

FT_Time_SalesNancy Gibbs, la nuova direttrice della rivista Time - e la prima donna a ricoprire quella posizione - prende le redini in un momento incerto, con Time Warner che si prepara a scorporare la sua divisione editoriale entro la fine dell'anno. In sostituzione di Rick Stengel, Gibbs ora modifica l'unico importante settimanale di notizie - da un gruppo che include Time, Newsweek e US News & World Report - che pubblica ancora un'edizione cartacea. Ma supervisionerà una pubblicazione che ha registrato cali significativi a lungo termine nella circolazione e nelle pagine pubblicitarie.


  • La diffusione complessiva della stampa del tempo è diminuita del 21% nell'arco di 10 anni da 4,1 milioni di copie a settimana in media nel 2003 a circa 3,3 milioni nel 2013, secondo Alliance for Audited Media. Nel 2007, Time ha deliberatamente ridotto la sua base tariffaria da 4,1 milioni di copie a 3,4 milioni. E da allora, la rivista ha perso un altro 4% della sua diffusione totale, inclusa quasi la metà della sua diffusione in edicola.
  • Dal 2002 al 2012, le pagine degli annunci di Time sono diminuite del 49%, secondo i dati del Publishers Information Bureau. Questa tendenza al ribasso è continuata nel 2013. Nella prima metà del 2013, Time ha perso il 17% delle sue pagine di annunci, rispetto allo stesso periodo del 2012, segnando il settimo anno consecutivo in cui le pagine di annunci di Time sono diminuite. Le pagine degli annunci sono considerate un indicatore più affidabile della salute finanziaria di una rivista rispetto ai dollari pubblicitari perché le cifre in dollari si basano sui prezzi dei tariffari che spesso non riflettono ciò che un inserzionista paga realmente.
  • FT_Time_AAdsSul fronte digitale, i risultati di Time sono contrastanti.Nella prima metà del 2013, Time ha aggiunto circa 42.000 abbonamenti di repliche digitali e quasi 2.500 copie singole di repliche digitali, portando la sua diffusione totale (cartacea e digitale) a un aumento dello 0,7% rispetto all'anno precedente. (Quest'anno segna la prima volta che l'Alliance for Audited Media ha scovato i dati sulla circolazione digitale di Time.) Nel complesso, il numero di lettori online di Time è in stallo, secondo i dati di Nielsen Netview. Dopo essere passato da circa 5 milioni di visitatori mensili unici nel 2010 a 7,7 milioni nel 2011, il numero è rimasto lo stesso nel 2012. Tuttavia, Time mantiene di gran lunga il più vasto pubblico di siti web rispetto ai suoi rivali di riviste di notizie.
  • Gli ultimi anni hanno portato cambiamenti e tagli dei costi a Time Inc.Nel dicembre 2011, Time Inc. ha sostituito il CEO Jack Griffin e ha assunto Laura Lang, allora a capo della società di pubblicità digitale Digitas, per gestire le sue operazioni di rivista. Nel marzo 2013, Time Warner ha annunciato la decisione di scorporare il gruppo editoriale Time Inc. e pochi mesi dopo ha introdotto l'ex CFO di Time Inc. Joseph Ripp in sostituzione di Lang. Nel gennaio 2013, la rivista Time ha tagliato sei posizioni come parte di una più ampia ondata di licenziamenti (500 posti di lavoro) presso Time Inc., la divisione editoriale che ospita la rivista Time. Quei tagli facevano parte di un mandato del CEO di Time Warner Jeff Bewkes di radere $ 100 milioni dai costi annuali della divisione editoriale. Allo stesso tempo, Time ha annunciato che avrebbe pubblicato 48 numeri nel 2013, tre in meno rispetto al 2012, per allineare i costi con minori ricavi.