Otto fatti sugli ebrei ortodossi dal sondaggio Pew Research

Gli ebrei ortodossi sono un segmento in crescita e per molti versi distintivo della comunità ebraica americana, secondo il nuovo sondaggio del Pew Research Center sugli ebrei statunitensi.


Il sondaggio ha fatto di tutto per ottenere un campione rappresentativo degli ortodossi, comprese interviste extra nelle comunità in cui si concentrano gli ebrei ortodossi. Non sono state fatte chiamate durante il sabato ebraico o durante le festività ebraiche, quando gli ebrei osservanti generalmente non rispondono al telefono. Nel complesso, il sondaggio ha incluso più di 500 intervistati ebrei ortodossi.

Ecco otto fatti interessanti sugli ortodossi dal nuovo sondaggio:

In media, gli ebrei ortodossi sono molto più giovani e tendono ad avere una fertilità molto più elevata rispetto alla popolazione ebraica complessiva - una media di 4,1 bambini tra gli ebrei ortodossi nel sondaggio di età compresa tra 40 e 59 anni, rispetto a 1,9 bambini per adulto ebreo in generale. Ciò suggerisce che la quota ortodossa della popolazione ebraica è in crescita.

FT_Orthodox_RetentionIl tasso di ritenzione degli ortodossi sembra migliorare. In passato, l'elevata fertilità nella comunità ortodossa statunitense è stata almeno parzialmente compensata dall'attrito: circa la metà degli intervistati cresciuti come ebrei ortodossi afferma di non essere più ortodossa. Ma la caduta dall'Ortodossia sembra essere in declino ed è significativamente inferiore tra i 18-29 anni rispetto agli anziani.


Gli ebrei che si descrivono come `` ortodossi moderni '' tendono ad avere livelli di istruzione laici molto più alti rispetto a quelli che si identificano come chassidici e yeshiv: il 65% degli ebrei ortodossi moderni intervistati si è laureato, rispetto a solo il 25% di quelli nel gruppo Categoria chassidica e yeshiv, comunemente chiamata anche Haredi o ebrei ultraortodossi. (Gli ebrei chassidici, incluso il movimento Chabad, fanno parte di una tradizione che risale all'Europa orientale del XVIII secolo. Gli ebrei yeshiv, inclusi i membri dell'Agudath Israel of America, fanno parte di una tradizione che enfatizza il tipo di borsa di studio del Talmud esemplificata in passato di lituanoyeshivot, o scuole religiose.)



L'osservanza della legge ebraica è molto più importante per gli ebrei ortodossi che per gli altri ebrei. In effetti, quasi otto ebrei ortodossi su dieci (79%) affermano che l'osservanza della legge ebraica è 'essenziale' per ciò che significa per loro essere ebrei, rispetto a solo il 19% tra gli ebrei in generale. Più in generale, l'indagine mostra che gli ebrei ortodossi sono molto più attenti degli ebrei nel loro insieme su una varietà di misure religiose. Ad esempio, tre quarti degli ebrei ortodossi afferma di frequentare la sinagoga almeno una volta al mese (rispetto al 23% degli ebrei complessivi); Il 92% degli ebrei ortodossi afferma di vivere in una casa kosher (rispetto al 22% degli ebrei complessivi); e il 95% degli ebrei ortodossi afferma di aver digiunato durante lo Yom Kippur (rispetto al 53% degli ebrei in generale).


Non tutti gli ebrei che si definiscono ortodossi soddisfano sempre tutti gli standard che potrebbero essere considerati normativi per il loro gruppo. Ad esempio, mentre il 77% degli ebrei ortodossi afferma di astenersi dal maneggiare o spendere denaro di sabato, il 22% afferma di non farlo. Ma non c'è niente di unico in questa non conformità. Praticamente nessun gruppo religioso in America mostra una completa uniformità nei sondaggi, forse in parte perché ogni grande gruppo contiene alcuni nuovi membri e alcuni membri marginali. Come ha notato Mark Chaves, sociologo della religione della Duke University, le incongruenze nelle idee, nei valori e nelle pratiche religiose delle persone sono sorprendentemente comuni. E queste incongruenze vanno in più di una direzione. Mentre il sondaggio rileva che il 7% degli ebrei che si definiscono ortodossi non mantiene una casa kosher, rileva anche che il 7% degli ebrei che si identificano con il movimento di riforma afferma difaremantenere una casa kosher.

I matrimoni misti sono praticamente inesistenti tra gli ebrei ortodossi. Il 98% degli intervistati ortodossi che sono sposati ha un coniuge ebreo. Al contrario, tra tutti gli ebrei sposati nel sondaggio Pew Research, il 44% ha un coniuge non ebreo, compresi quasi sei su dieci di coloro che si sono sposati nel 2000 o successivamente.


In media, gli ebrei ortodossi esprimono molto più attaccamento emotivo a Israele rispetto agli altri ebrei statunitensi. Ciò è particolarmente vero per gli ebrei ortodossi moderni, il 77% dei quali afferma di sentirsi 'molto legato' allo Stato ebraico. Al contrario, tra gli ebrei ultraortodossi, il 55% afferma di sentirsi molto legato a Israele. E tra gli ebrei americani in generale, il 30% afferma di essere molto legato a Israele.

Politicamente, gli ebrei ortodossi sono molto più conservatori degli altri ebrei. Ad esempio, il 57% degli ebrei ortodossi si definisce repubblicano o afferma di propendere per il partito repubblicano, mentre il 36% è democratico o magra. Tra gli ebrei nel loro insieme, l'equilibrio si inclina fortemente nella direzione opposta: il 70% degli ebrei nel complesso è democratico o incline al Partito Democratico, mentre solo il 22% è repubblicano o magro.