Grafico della settimana: povertà per distretto congressuale

poor_by_CDLa povertà è aumentata di più durante gli anni 2000 nei distretti del Congresso repubblicano che nei distretti democratici, sebbene sia ancora più diffusa nei distretti democratici, secondo una nuova analisi della Brookings Institution.


I ricercatori Brookings hanno utilizzato i dati del censimento del 2000 e hanno riunito i dati degli American Community Surveys 2007-2011 per calcolare i tassi di povertà a livello di censimento, quindi li hanno mappati all'interno degli attuali confini distrettuali. I risultati mostrano che il tasso di povertà nel distretto medio del GOP è aumentato di 2,3 punti percentuali nel decennio, dal 10,9% al 13,2%, contro un aumento medio di 1,8 punti percentuali (dal 13,9% al 15,7%) nei distretti democratici.

Alla fine del decennio, c'erano quasi tante persone che vivevano in povertà nei distretti rappresentati dai repubblicani (21,1 milioni) rispetto a quelli rappresentati dai democratici (21,6 milioni). Nel 2000 c'erano 18,25 milioni di persone in povertà nei distretti democratici e 15,65 nei distretti repubblicani.

Tra i distretti repubblicano e democratico, i tassi di povertà sono aumentati maggiormente nei distretti che avevano una povertà inferiore alla media nel 2000, un'indicazione di quanto sia stata profonda la Grande Recessione anche in aree con poca esperienza precedente di tempi difficili.

Ad esempio, nell'8 ° distretto dell'Illinois, che comprende i sobborghi nord-occidentali e occidentali di Chicago ed è rappresentato dal democratico Tammy Duckworth, il tasso di povertà è passato dal 5,3% nel 2000 al 9,2% nel periodo 2007-11, secondo i dati di Brookings. Il 3 ° distretto del Minnesota, che comprende alcuni dei sobborghi più ricchi dell'area di Twin Cities ed è rappresentato dal repubblicano Erik Paulsen, ha visto il suo tasso di povertà salire dal 3,4% nel 2000 al 6,2% nel 2007-11.


Questo è il tipo di luoghi che gli autori di Brookings avevano in mente quando hanno scritto che '... durante gli anni 2000, le principali periferie metropolitane sono diventate la casa della popolazione povera più numerosa e in più rapida crescita d'America'.



Ma a prescindere dal divario partitico o urbano-suburbano, il Midwest industriale, l'Occidente intermontano e parti del Sud si distinguono come regioni in cui la povertà è aumentata nell'ultimo decennio.