• Principale
  • Notizia
  • Il 'Paese cristiano' di Cameron: cosa dicono i numeri sulla religione nel Regno Unito

Il 'Paese cristiano' di Cameron: cosa dicono i numeri sulla religione nel Regno Unito

Il Regno Unito 'dovrebbe essere più fiducioso sul (suo) status di paese cristiano', ha scritto il primo ministro David Cameron in un recente articolo d'opinione pubblicato prima di Pasqua.


FT_14.04.23_UKreligionLa sua dichiarazione da allora ha suscitato una forte opposizione, inclusa una lettera a un quotidiano britannico da un gruppo di oltre 50 scienziati, scrittori e altri. I commenti di Cameron 'favoriscono l'alienazione e la divisione', dice la lettera, affermando che anche loro non sono vere. 'Sondaggi, sondaggi e studi mostrano che la maggior parte di noi come individui non è cristiana nelle nostre convinzioni o nella nostra identità religiosa'.

Entrambi potrebbero essere corretti, a seconda dell'origine dati. Per una definizione, l'Inghilterra, almeno,èuna nazione cristiana: la Chiesa d'Inghilterra è la chiesa ufficiale dello stato d'Inghilterra. Guardando l'appartenenza religiosa della popolazione, invece, emerge un quadro più complesso.

Esistono diversi modi per misurare la composizione religiosa del Regno Unito. La maggioranza della popolazione si identifica come cristiana, secondo i risultati del censimento del 2011. Ma alcuni sondaggi, incluso il sondaggio British Social Attitudes del 2012 (che utilizza una formulazione diversa delle domande), rilevano un livello inferiore di affiliazione con il cristianesimo.

Il censimento del 2011 in Inghilterra e Galles (che ospita oltre l'85% della popolazione del Regno Unito) ha rilevato che, in risposta alla domanda 'Qual è la tua religione'? la maggioranza (59%) della popolazione ha detto cristiano. Censimenti separati sono stati condotti nello stesso anno con una domanda diversa: 'A quale religione, denominazione religiosa o ente appartieni'? - in Scozia, dove il 54% si identifica come cristiano, e nell'Irlanda del Nord, dove una quota maggiore (82%) ha dichiarato di essere cristiano. In ciascuno dei tre casi, circa il 7% non ha risposto alla domanda.


Ma nel sondaggio British Social Attitudes del 2012, che ha esaminato persone di età pari o superiore a 15 anni in Inghilterra, Galles e Scozia e ha chiesto: 'Ti consideri appartenente a una religione particolare? Se sì, quale '? - una quota molto più alta (48%) ha dichiarato di non avere affiliazioni religiose. L'indagine ha rilevato che la popolazione cristiana era meno della metà (46%) del totale.



(Gli Stati Uniti, al confronto, sono più solidamente cristiani, con il 73% che si identifica come tale e uno su cinque che si identifica senza religione, secondo un sondaggio Pew Research del 2012).


Sebbene la formulazione delle domande svolga probabilmente un ruolo nelle differenze significative tra i censimenti e i sondaggi del Regno Unito, potrebbero esserci anche altri fattori. Ad esempio, domandaordinepuò influenzare i risultati; la domanda sulla religione nel censimento di Inghilterra e Galles seguiva una domanda sull'etnia, mentre la domanda sull'etnia veniva dopo le domande sulla religione nel sondaggio British Social Attitudes. Esistono anche differenze nei metodi di raccolta dei dati, come il censimento condotto principalmente online e su carta e il sondaggio condotto tramite interviste faccia a faccia.