• Principale
  • Notizia
  • Cable, Twitter ha raccolto la storia di Ferguson in una clip simile

Cable, Twitter ha raccolto la storia di Ferguson in una clip simile

La morte per fucilazione di un adolescente disarmato a Ferguson, nel Missouri, la scorsa settimana è diventata rapidamente una notizia nazionale sui media e sui social media. Una nuova analisi del Pew Research Center sulla copertura mediatica dell'evento e sulle successive proteste rileva che la storia è emersa su Twitter prima del cavo, ma la traiettoria dell'attenzione è aumentata rapidamente di pari passo, raggiungendo il picco su entrambi i mezzi il giorno dopo che due giornalisti sono stati arrestati e le proteste si sono svolte di più violento.


La nostra analisi rileva anche differenze nella quantità di copertura delle notizie in prima serata che i tre principali canali di notizie via cavo dedicati alla storia accusata di razzismo erano incentrati sulla sparatoria della polizia del diciottenne Michael Brown. MSNBC ha dedicato molto più tempo alla storia rispetto ai suoi principali concorrenti Fox News e CNN. Fox News ha fornito un totale di circa la metà del tempo di trasmissione che MSNBC ha fatto agli eventi a Ferguson nel corso dei primi sei giorni della storia, con la copertura della CNN nel mezzo.1La nostra precedente analisi dell'omicidio del 2012 di Trayvon Martin, un'altra notizia con forti sfumature razziali che coinvolge la morte di un adolescente nero in Florida, ha trovato un trattamento simile da parte dei tre canali via cavo.

La conversazione su Twitter su Ferguson è iniziata subito dopo la morte di Brown, a differenza della storia di Trayvon Martin, in cui la conversazione su Twitter è esplosa diverse settimane dopo. C'era anche un volume maggiore di tweet di Ferguson rispetto ai tweet su Martin. Nel suo giorno di punta finora, giovedì 14 agosto, c'erano più di 3,6 milioni di tweet sugli eventi a Ferguson, rispetto a un massimo giornaliero di 692.000 tweet su Martin di due anni fa.

Negli ultimi giorni, ci sono stati numerosi pezzi che hanno riflettuto sul ruolo di Twitter in questa storia. Questa analisi aiuta a far luce sul suo ruolo, in particolare in relazione al ruolo delle notizie via cavo e di rete. La storia è apparsa effettivamente su Twitter prima che su cavo. Per coloro che non si rivolgono a Twitter (solo il 19% degli adulti statunitensi online utilizza il sito di social media e circa la metà riceve notizie lì), le notizie della rete coprivano la storia domenica sera e due delle reti via cavo lo erano lunedì sera (la CNN lo ha fatto non prestare attenzione alla storia in prima serata fino a martedì, terzo giorno dell'evento). Dopo il terzo giorno, la nostra analisi rileva aumenti simili di volume, poiché la storia della sparatoria è diventata una storia di proteste, condotta della polizia e tattiche in stile militare e alla fine una risposta federale.

FT_14.08.19_ferguson_cableTwitter (1)


Diamo uno sguardo più da vicino al volume di tweet e alla copertura dei notiziari televisivi nel corso della scorsa settimana. La sparatoria è avvenuta sabato 9 agosto. Su entrambe le piattaforme, la storia è cresciuta ogni giorno mentre è diventata una notizia nazionale. Domenica, il giorno dopo la morte di Brown, sono stati pubblicati circa 146.000 tweet sull'argomento. Lunedì, sia Fox News che MSNBC hanno dedicato del tempo durante la loro formazione serale in prima serata, ma la CNN non l'ha fatto.



Martedì sera, tutti e tre i canali via cavo hanno dedicato una quantità significativa di tempo alla storia dopo che due notti di proteste avevano portato a scontri con la polizia e un amico di Michael Brown ha rilasciato un'intervista sostenendo che le mani di Brown erano in aria quando è stato colpito - in conflitto con il racconto offerto dai funzionari di polizia.


Tuttavia, tutto è accelerato durante le ultime ore di mercoledì sera. La polizia ha indossato equipaggiamento antisommossa e ha usato gas lacrimogeni durante la quarta notte di proteste, e due giornalisti, Wesley Lowery del Washington Post e Ryan Reilly dell'Huffington Post, che sono stati arrestati dalla polizia, hanno twittato le loro esperienze.

La combinazione di questi eventi mercoledì ha stimolato un drammatico aumento dell'attenzione alla situazione su Twitter. Tra le 20:00 ea mezzanotte EDT quella sera, più di 1,1 milioni di tweet sono stati pubblicati su Ferguson, una media di oltre 4.500 tweet al minuto. E mentre i canali via cavo stavano già prestando attenzione, la loro attenzione si è intensificata più tardi quella notte e nel giorno successivo.


Giovedì gli eventi a Ferguson erano diventati una storia da affrontare per i politici nazionali. Quel giorno, il presidente Obama ha commentato gli eventi e il governatore del Missouri Jay Nixon è arrivato a Ferguson e ha affidato le operazioni di sicurezza nella città alla Missouri State Highway Patrol. La conversazione su Twitter su Ferguson ha raggiunto il picco e tutte e tre le reti via cavo hanno dedicato più di un'ora della loro copertura di notizie in prima serata alla storia.

Differenze nella copertura delle notizie via cavo

I tre principali canali di notizie via cavo hanno dedicato diverse quantità di tempo alla storia di Ferguson. Delle 18 ore di programmazione in prima serata esaminate dalla domenica al venerdì (3 ore al giorno), MSNBC ha dedicato a Ferguson un totale di 5 ore e 42 minuti, più delle 3 ore e 59 minuti della CNN e quasi il doppio del quasi 3 ore che Fox News ha trascorso sulla storia. Tuttavia, Fox News ha aumentato la sua attenzione sulla storia e il suo tempo di copertura era alla pari con quello della CNN entro venerdì.

La decisione di Fox News di dedicare meno tempo agli eventi a Ferguson rispetto alle altre reti è stata simile a come i canali hanno coperto la controversia che circonda le riprese di Trayvon Martin nel marzo 2012. Uno studio del Pew Research Center sulla copertura durante il cuore di quella storia ha mostrato che Fox News ha dedicato molto meno tempo (15% del suo newshole) a coprire quella controversia mentre MSNBC (49%) e CNN (40%) hanno dedicato molta più attenzione.


I due incidenti - la morte di Brown nel Missouri e Martin in Florida - hanno coinvolto entrambi una discutibile sparatoria di un giovane uomo di colore disarmato e la conseguente indignazione della comunità che è stata divisa su linee razziali, ma hanno coinvolto anche circostanze diverse. Brown è stato ucciso da un agente di polizia della città, che ha scatenato conflitti tra cittadini a maggioranza nera e forze di polizia a maggioranza bianca. Trayvon Martin è stato ucciso nel 2012 dal volontario di sorveglianza della comunità George Zimmerman, che ha denunciato Martin alla polizia come una 'persona sospetta' dopo averlo visto camminare in un quartiere della Florida. L'incidente ha scatenato un dibattito sulla definizione dei profili razziali e sul 'mantieni la tua posizione' da parte dello Stato.

Su Twitter, come Ferguson ha confrontato il caso Travyon Martin

FT_14.08.19_ferguson_brownMartin

Anche le sparatorie di Michael Brown e Trayvon Martin si sono sviluppate in modo diverso come notizie. Ci sono volute quasi tre settimane prima che la morte di Martin generasse i titoli nazionali. La sua sparatoria non ha ricevuto quasi alcuna copertura quando si è verificata il 26 febbraio 2012. Ma il rilascio dei nastri dell'11 settembre diverse settimane dopo ha creato un balzo nel volume delle conversazioni su Twitter.

In confronto, gli eventi di Ferguson sono giunti all'attenzione della nazione molto più rapidamente. Brown è stato ucciso sabato 9 agosto e la sua morte è stata coperta dalla maggior parte dei notiziari nazionali due giorni dopo. Alla fine di quella settimana, la sparatoria di Brown e le successive proteste e rivolte erano la più grande storia del paese.

La storia di Ferguson ha anche generato più attività su Twitter rispetto alla storia di Martin. Più di 10,6 milioni di tweet sono stati pubblicati su Ferguson dal giorno in cui sono avvenute le riprese negli otto giorni successivi. (Di questi, circa 8,3 milioni hanno utilizzato l'hashtag #Ferguson, mentre 2,3 milioni di tweet aggiuntivi senza quell'hashtag sono stati identificati dall'algoritmo di apprendimento del computer Crimson Hexagon.) In confronto, la storia di Martin ha generato circa 4,7 milioni di tweet durante l'intero mese successivo alle sue riprese .

La dimensione del pubblico di Twitter è cresciuta dal 2012, quando è avvenuta la sparatoria di Trayvon Martin. Nel 2012, il 15% degli adulti online statunitensi era su Twitter; oggi quella cifra è salita al 19%. L'analisi di Twitter ha lo scopo di mostrare come un sottoinsieme della popolazione sta scoprendo, reagendo e discutendo le notizie e non è inteso come mezzo per rappresentare la popolazione adulta nazionale degli Stati Uniti.