Alla fine, il divorzio

di D'Vera Cohn, scrittore senior, Pew Research Center


La rottura del matrimonio di 40 anni tra l'ex vicepresidente Al Gore e sua moglie Tipper solleva l'interessante domanda: qual è la probabilità che un matrimonio di lunga durata finisca con un divorzio?

Su base annuale, la probabilità è molto piccola, secondo le statistiche del Census Bureau dell'American Community Survey. Nel 2008, tra le coppie sposate da quattro decenni o più, mezzo percento o meno aveva ottenuto il divorzio nei 12 mesi precedenti. (Tra le coppie sposate da 25 anni o più, la quota che ha divorziato l'anno precedente sale a circa l'1%.)

A dire il vero, l'invecchiamento e, alla fine, la morte del coniuge, hanno un impatto sul matrimonio. Ovviamente, più a lungo le coppie rimangono sposate, più a lungo rischiano che il loro matrimonio finisca. In un dato anno, è molto probabile che i matrimoni di breve durata rimangano intatti. Ad esempio, tra gli uomini che si sono sposati per la prima volta tra il 1970 (l'anno in cui si sono sposati i Gores) e il 1974, l'89% era ancora sposato con la stessa moglie nel quinto anniversario, il 74% nel decimo anniversario e il 65% nel 15 ° anniversario. Entro il ventesimo anniversario, il 58% era sposato; dal 25esimo, il 54% lo era.


Queste statistiche provengono dall'Indagine del 2004 sul reddito e sulla partecipazione al programma (SIPP), quindi i numeri non rivelano quale quota di questi matrimoni sopravvive fino al loro 40 ° anniversario. Le tendenze per le donne che si sono sposate all'inizio degli anni '70 sono simili a quelle per gli uomini, ma le quote ancora sposate con il loro coniuge iniziale ad ogni anniversario sono inferiori; le donne hanno maggiori probabilità di rimanere vedove rispetto agli uomini.



Un altro modo per esaminare la probabilità di divorzio è proiettare il rischio di divorzio per tutta la vita dal primo matrimonio per diverse fasce di età, sulla base del presupposto che i tassi attuali non cambieranno in futuro. Nel 1996, quando i tassi di divorzio erano leggermente superiori a quelli odierni, i ricercatori del Census Bureau hanno costruito una serie di proiezioni di questo tipo, utilizzando i dati del SIPP.


Il rischio era più alto (più del 50%) per gli adulti di 25 anni nel 1996. Per gli uomini di 50 anni, il 45% avrebbe divorziato alla fine; per le donne di 50 anni, il 46% lo era. (I Gores avevano 48 anni all'epoca.) Il rapporto del Census Bureau prevedeva anche che l'81% degli uomini di 50 anni che avevano divorziato dalla prima moglie alla fine si sarebbe risposato e che il 71% delle donne di 50 divorziati i loro primi mariti l'avrebbero fatto.

Ciò che queste statistiche generali non dicono è che il rischio di divorzio non è lo stesso per tutti i gruppi. Gli adulti con un'istruzione superiore o inferiore hanno maggiori probabilità di divorziare rispetto agli adulti con istruzione universitaria. Le persone che si sposano giovani hanno maggiori probabilità di divorziare rispetto a quelle che si sposano in età avanzata. Ci sono anche alcune prime prove che le coppie che si sono sposate negli anni '70 possono essere particolarmente a rischio di divorzio. Secondo i dati del SIPP del 2004, la percentuale di matrimoni terminati prima del 15 ° anniversario (principalmente a causa del divorzio, ma anche in un piccolo numero di casi a causa della vedovanza) è stata più bassa per i matrimoni contratti negli anni '50, seguiti da quelli anni '60 e poi quelli realizzati negli anni '80. I matrimoni contratti negli anni '70 avevano una probabilità leggermente inferiore di raggiungere il loro 15 ° anniversario rispetto a quelli iniziati negli anni '80.


Qual è la quota di persone che divorziano ogni anno dalla generazione dei Gores? La maggior parte dei divorzi avvengono tra giovani e matrimoni più giovani. Tra i primi matrimoni che si sono separati, gli uomini divorziano a un'età media di 31,8 anni e le donne a un'età media di 29,4 anni, secondo le statistiche SIPP. Nel 2003, solo l'11% degli uomini che si sono separati e il 10% di coloro che hanno ottenuto il divorzio erano di età compresa tra 55 e 64 anni. Tra le donne, solo il 4% di coloro che si sono separati e l'8% di coloro che hanno divorziato avevano un'età compresa tra 55 e 64 anni.

Sebbene gli adulti nella fascia di età dei Gores siano solo una piccola percentuale di persone che divorziano in un dato anno, la loro probabilità cumulativa di essere mai divorziato è superiore a quella della maggior parte degli altri adulti. Tra gli uomini sulla cinquantina nel 2004, il 38% era mai stato divorziato, secondo le statistiche SIPP, così come il 34% degli uomini sulla sessantina. Tra le donne sulla cinquantina, il 41% aveva divorziato; tra i sessantenni, il 32% lo era.

Il modello più ampio nelle statistiche sui divorzi è questo: il tasso nazionale di divorzi è più alto ora rispetto a un secolo fa, ma è in calo negli ultimi due decenni. Secondo i dati provvisori per la maggior parte degli stati dai Centers for Disease Control, ci sono stati 3,5 divorzi ogni 1.000 persone nel 2008, rispetto ai 4 ogni 1.000 persone nel 2000 (anche i tassi di matrimonio sono diminuiti ma anche il tasso di divorzi è diminuito se espresso come numero di divorzi per 1.000 coppie sposate.)


1. La Survey of Income and Program Participation è un'indagine longitudinale condotta dall'U.S. Census Bureau che raccoglie dati da panel di adulti statunitensi su argomenti economici e demografici.
2. Stevenson, Betsey e Justin Wolfers. & ldquo; Matrimonio e divorzio: cambiamenti e loro forze motrici. & rdquo; Journal of Economic Perspectives, vol. 21, n. 2, primavera 2007. Cfr. Anche degli stessi autori, & ldquo; Trends in Marital Stability & rdquo; un documento sugli autori & rsquo; home page.