• Principale
  • Notizia
  • L'affluenza alle urne degli asiatici americani è in ritardo rispetto ad altri gruppi; alcuni non votanti dicono di essere 'troppo occupati'

L'affluenza alle urne degli asiatici americani è in ritardo rispetto ad altri gruppi; alcuni non votanti dicono di essere 'troppo occupati'

Gli elettori asiatico-americani sono in ritardo per bianchi e neri nellSecondo una nuova analisi dei dati del Census Bureau, circa tre elettori asiatici-americani eleggibili su dieci hanno votato alle elezioni di medio termine dal 1998, un tasso di affluenza molto inferiore a quello di bianchi e neri.


Con una stima di 9 milioni di elettori ammissibili nel 2014, l'elettorato asiatico-americano per le elezioni di medio termine di questo autunno costituisce il 4% di tutti gli elettori ammissibili. Al contrario, gli ispanici, il più grande gruppo di minoranza, oggi costituiscono l'11,3% di tutti gli elettori aventi diritto. Alla vigilia delle elezioni presidenziali del 2012, alcuni analisti hanno definito l'elettorato asiatico-americano un potenziale voto oscillante, nonostante le sue dimensioni relativamente ridotte.

Gli immigrati costituiscono il 74% della popolazione adulta asiatico-americana. Tra gli elettori asiatici-americani idonei - cittadini statunitensi di età pari o superiore a 18 anni - gli immigrati votano più o meno quanto i nativi nati (31% -31%).

Nel 2010, l'affluenza alle urne asiatico-americana è stata del 31%. Questo è più o meno lo stesso dell'affluenza alle urne tra gli ispanici e molto al di sotto dei neri (44%) e dei bianchi (49%). L'affluenza è rimasta indietro anche se il livello di istruzione e di reddito dell'elettorato asiatico-americano, nel suo complesso, è più alto di quello di bianchi, neri e ispanici.

La ricerca ha dimostrato che, tra tutti gli adulti, le persone con livelli di istruzione più elevati e le persone con un reddito maggiore hanno maggiori probabilità di votare alle elezioni statunitensi. Questo vale anche per gli asiatici americani. Nondimeno, tra i diplomati, l'affluenza alle urne degli asiatici americani (40%) è rimasta indietro rispetto a quella dei bianchi (64%), dei neri (57%) e degli ispanici (50%). Questo nonostante il fatto che circa il 47% degli elettori asiatici-americani nel 2010 avesse un'istruzione universitaria, un tasso superiore a quello dei bianchi (31%), dei neri (18%) e degli ispanici (16%). Il divario di affluenza alle urne tra gli asiatici americani e altri gruppi si è ridotto tra coloro che non hanno completato la scuola superiore.


Nonostante il reddito e i livelli di istruzione più elevati, gli elettori asiatici americani sono in ritardo rispetto ai neri e ai bianchi nellAbbiamo riscontrato una tendenza simile tra gli asiatici americani con un reddito più elevato: anche la loro affluenza alle urne è rimasta indietro rispetto a bianchi, neri e ispanici. Una percentuale maggiore di elettori asiatici-americani ammissibili nel 2010 aveva un reddito familiare annuo di $ 50.000 o più rispetto a bianchi, neri o ispanici. Tra gli asiatici americani, quelli con questo livello di reddito rappresentavano il 62% degli elettori aventi diritto e avevano un tasso di affluenza alle urne del 35%. Tra i bianchi, quelli con questo reddito costituivano il 54% degli aventi diritto e avevano un tasso di affluenza alle urne del 55%.



Allora, perché l'affluenza alle urne minore tra gli asiatici americani? Tra gli elettori registrati che non si sono recati alle urne nel 2010, gli asiatici americani avevano più probabilità di dire di essere troppo occupati per votare. Circa il 37% degli asiatici americani ha scelto 'Lavoro o orario scolastico troppo impegnato e conflittuale' come motivo per non votare, rispetto a circa uno su quattro ispanici, bianchi e neri.


Gli asiatici americani hanno recentemente approvato gli ispanici come il più grande gruppo di nuovi immigrati negli Stati Uniti. La variegata popolazione asiatico-americana rivendica radici in dozzine di paesi nell'Estremo Oriente, nel sud-est asiatico e nel subcontinente indiano. I sei maggiori gruppi in base al paese di origine sono cinesi americani, filippini americani, indiani americani, vietnamiti americani, coreani americani e giapponesi americani. I dati dettagliati per questi sottogruppi sul voto non erano disponibili nel 2012. Tuttavia, a partire da gennaio 2013, il Census Bureau ha incluso i dati sui più grandi gruppi asiatico-americani nel Current Population Survey.

La metà degli asiatici americani è democratica o magra democratica, mentre solo il 28% si identifica o tende verso il GOP, secondo un rapporto del Pew Research Center del 2012. Nelle gare House 2010, gli asiatici-americani hanno favorito i democratici rispetto ai repubblicani dal 58% al 40%, secondo gli exit poll riportati dalla CNN.