• Principale
  • Notizia
  • Americani come Michelle Obama, ad eccezione dei repubblicani conservatori

Americani come Michelle Obama, ad eccezione dei repubblicani conservatori

FT_First_Ladies

L'amministrazione Obama ha avuto la sua parte di alti e bassi negli ultimi cinque anni per quanto riguarda il modo in cui il pubblico la vede, ma c'è stata almeno una costante sul lato positivo: il gran numero di americani che hanno una visione favorevole di First Lady Michelle Obama.


Da quando è diventata la first lady, le valutazioni favorevoli di Obama non sono mai state inferiori al 62%, un risultato di gran lunga migliore di quello di suo marito, che era negli anni '70 durante i primi mesi della sua presidenza ma la cui preferenza è stata per lo più negli anni '50 dall'estate 2010 .

Ma c'è una fazione che non è innamorata di Michelle Obama: i repubblicani conservatori la vedono sfavorevolmente con un margine di circa due a uno. Ma anche lì, se la cava meglio del presidente, che i repubblicani conservatori vedono sfavorevolmente dall'88% all'8%. È anche meno un parafulmine tra loro di quanto lo fosse Hillary Clinton nello stesso momento della sua permanenza alla Casa Bianca.

Poiché la valutazione sfavorevole di Michelle Obama tra i repubblicani conservatori si è distinta, abbiamo guardato indietro alle altre first lady per vedere come se la cavassero tra il pubblico, così come quelli all'estremità del partito di opposizione. A dire il vero, confrontare le first lady e il modo in cui il pubblico le vede è un esercizio complicato perché non esiste una 'descrizione del lavoro' per la posizione e ognuna ha modellato il proprio ruolo in modi diversi e in ambienti politici diversi.

In quella che il New York Times ha definito una 'rottura con la tradizione' nel 1993, Hillary Clinton ha aperto un negozio nell'ala ovest a causa del ruolo principale che le è stato assegnato nella formulazione della legislazione sanitaria proposta in ultima analisi dall'amministrazione Clinton. Il pubblico aveva opinioni contrastanti su questo, secondo alcuni sondaggi: un sondaggio Gallup / Newsweek nel dicembre 1992 ha rilevato che il 46% era favorevole ad assumere un ruolo politico attivo nella Casa Bianca di Clinton e il 41% no. Il ruolo di primo piano di Clinton l'ha resa anche un obiettivo politico, anche alla Convention nazionale repubblicana del 1992, dove molti oratori hanno cercato di dipingerla come una femminista pericolosa. (Puoi leggere di più sulla carriera di rimonte di Hillary Clinton.)


Al contrario, Laura Bush ha avuto un profilo relativamente non controverso durante l'amministrazione del marito, concentrandosi principalmente sugli sforzi per migliorare l'istruzione e incoraggiare la lettura. Ciò la rese molto meno al centro dei nemici politici e ideologici di suo marito: il 51% dei liberal-democratici aveva unpositivovista dei suoi cinque anni trascorsi alla Casa Bianca. (Al contrario, il 93% dei liberal-democratici ha visto suo marito in modo sfavorevole a quel punto.)



Michelle Obama si è ritagliata un ruolo probabilmente a metà tra quello di Hillary Clinton e Laura Bush - più visibile di Bush, ma meno propenso di Clinton a essere direttamente coinvolto in questioni di divisione. Ha posto la questione della riduzione dell'obesità tra i bambini attraverso diete migliori e incoraggiando l'esercizio uno dei suoi obiettivi primari.


Condividi questo link:Bruce Drakeè un senior editor presso Pew Research Center.POSTI BIO EMAIL Seth Motelè un ex analista di ricerca che si è concentrato sulla politica degli Stati Uniti e sulla ricerca politica presso il Pew Research Center.POSTI BIO EMAIL