Un divario generazionale nel patriottismo americano

Caratterizzato da fuochi d'artificio, barbecue e un trio di colori americani, il Giorno dell'Indipendenza commemora la storia degli Stati Uniti e celebra il patriottismo. Ma un rapporto di Pew Research del 2011 ha identificato un significativo divario generazionale nelle opinioni sull'eccezionalismo e sul patriottismo americani.


Quando agli americani è stato chiesto se pensano che gli Stati Uniti siano il più grande paese del mondo, c'erano nette differenze nelle risposte tra le generazioni. In totale, il 48% degli americani crede che gli Stati Uniti siano il più grande paese del mondo e il 42% crede che sia uno dei più grandi paesi del mondo, ma una parte significativa della generazione dei Millennial ha risposto in modo diverso.

FT_13.07.03_IndependenceDay_640x300Solo il 32% dei Millennial crede che gli Stati Uniti siano il più grande paese del mondo. Tale numero aumenta progressivamente tra le generazioni Gen X (48%), Boomer (50%) e Silent (64%). I millennial sono stati anche la generazione più probabile a dire che l'America non è il più grande paese del mondo (11%).

I millennial hanno anche meno probabilità dei loro anziani di esprimere patriottismo. La maggioranza dei Millennial (70%) concorda con l'affermazione 'Sono molto patriottico'. Ma percentuali ancora maggiori di Gen Xers (86%), Boomers (91%) e Silents (90%) hanno detto lo stesso. Questo gap generazionale è consistente ed è stato individuato in indagini risalenti al 2003.

Nonostante il loro livello relativamente basso di patriottismo, i Millennial sono più ottimisti riguardo allo stato attuale delle cose e al suo futuro della nazione. Rispetto a Boomer e Silent, una percentuale leggermente maggiore di Millennial (55%) e Gen Xers (55%) pensa che i giorni migliori del paese siano davanti. In totale, la metà degli americani (51%) afferma che è così.


Il sondaggio ha anche trovato un terreno comune intergenerazionale nelle opinioni sui fattori che hanno portato al successo dell'America. Più del 90% degli intervistati di ogni generazione ha affermato che le libertà del paese - più di ogni altro fattore - sono state molto importanti nel contribuire al successo dell'America.