5 fatti sugli indiani americani

Domenica, il primo ministro indiano Narendra Modi ha ricevuto un'entusiasmante accoglienza a New York, parlando a più di 19.000 persone - in gran parte indiani d'America, secondo il New York Times - al Madison Square Garden. Durante la sua intensa visita di cinque giorni, Modi si è anche rivolto all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite e ha incontrato lunedì mattina uno stuolo di leader economici statunitensi prima di andare a una 'cena intima' con il presidente Obama.


Questo è il primo viaggio ufficiale negli Stati Uniti per Modi, eletto a maggio. La sua visita non solo segna uno sforzo per riparare le relazioni tese tra Stati Uniti e India, ma mette anche in luce la crescente presenza di indiani e indiani americani nella vita americana. Due governatori in carica (Bobby Jindal della Louisiana e Nikki Haley della Carolina del Sud, entrambi repubblicani) sono di origini indiane; così sono Preet Bharara, avvocato degli Stati Uniti per il distretto meridionale di New York, e Neel Kashkari, ex funzionario del Dipartimento del Tesoro e attuale candidato del GOP per il governatore della California.

Nel 2012, il Pew Research Center ha pubblicato un paio di rapporti sugli asiatici americani, uno incentrato su dati demografici e atteggiamenti, l'altro sulla religione. I rapporti, che hanno tratto dai dati del censimento del 2010 e dai risultati del sondaggio del 2012, includevano molte informazioni sui quasi 3,2 milioni di indiani d'America del paese; abbiamo selezionato un campione di fatti da entrambi i rapporti:

1Molti indiani americani sono arrivati ​​di recente.L'87,2% degli adulti indiano-americani nel 2010 erano nati all'estero, la percentuale più alta tra i sei più grandi gruppi asiatico-americani; Il 37,6% di questi era stato negli Stati Uniti da 10 anni o meno. Una conseguenza del fatto che così tanti indiani americani sono arrivati ​​così di recente: solo il 56,2% degli adulti erano cittadini statunitensi, la quota più bassa tra i sei sottogruppi studiati in dettaglio.

2Gli indiani americani sono tra i gruppi razziali o etnici più istruiti negli Stati Uniti.Il 70% degli indiani americani di età pari o superiore a 25 anni aveva una laurea nel 2010, di gran lunga il tasso più alto tra i sei gruppi asiatico-americani studiati e 2,5 volte il tasso tra la popolazione complessiva degli Stati Uniti. I dati più recenti (2013) dell'American Community Survey forniscono maggiori dettagli: il 40,6% degli indiani americani di età pari o superiore a 25 anni ha una laurea o una laurea professionale e il 32,3% ha una laurea; un ulteriore 10,4% ha un'istruzione universitaria. Un fattore probabile: l'ampio segmento di indiani americani che sono entrati nel paese nell'ambito del programma di visti H1-B, che consente a lavoratori stranieri altamente qualificati in 'occupazioni speciali' designate di lavorare negli Stati Uniti Nel 2011, ad esempio, 72.438 indiani hanno ricevuto H1- Visti B, il 56% di tutti questi visti concessi quell'anno.


FT_14.09.29_religionIndian3Non tutti gli indiani americani sono indù.Solo circa la metà (51%) degli indiani americani sono indù, sebbene quasi tutti gli indù asiatico-americani (93%) facciano risalire la loro eredità all'India, secondo il nostro sondaggio del 2012. Il 18% degli Indiani d'America si è identificato come Cristiano (come fanno sia Haley che Jindal); Il 10% ha detto di essere musulmano. Le quote religiose degli indiani americani sono notevolmente diverse da quelle dell'India stessa (dove si stima che il 79,5% della popolazione è indù e solo il 2,5% è cristiano, secondo il rapporto Global Religious Landscape 2012 di Pew Research), riflettendo modelli migratori differenziali.



4Gli indiani americani sono generalmente benestanti.Il reddito familiare medio annuo per gli indiani americani nel 2010 era di $ 88.000, molto più alto di quello di tutti gli asiatici americani ($ 66.000) e di tutte le famiglie statunitensi ($ 49.800) - forse non sorprende, visti i loro alti livelli di istruzione. Solo il 9% degli indiani americani adulti vive in povertà, rispetto al 12% degli asiatici americani e al 13% della popolazione statunitense. Nel 2010, secondo la nostra analisi, il 28% degli indiani americani ha lavorato nei campi della scienza e dell'ingegneria; secondo l'American Community Survey del 2013, più di due terzi (69,3%) degli indiani americani di età pari o superiore a 16 anni occupavano occupazioni gestionali, aziendali, scientifiche e artistiche.


5Gli indiani americani si inclinano a sinistra.Il 65% degli indiani americani erano democratici o si erano inclinati verso i democratici, il che li rendeva il sottogruppo asiatico-americano con maggiori probabilità di identificarsi con il partito democratico. Una percentuale identica di indiani americani ha approvato le prestazioni lavorative di Obama nel 2012.